Piazza Affari scende, vendite sui bancari, bene Impregilo

Dopo otto sedute positive di fila la Borsa di Milano ha chiuso oggi in moderato ribasso. Il FTSE MIB ha perso lo 0,4% a 16.333,95 punti. Su Piazza Affari hanno pesato i timori legati al "fiscal cliff". La Camera americana ha cancellato l'atteso voto sul piano B del suo presidente, il repubblicano John Boehner. Quest'ultimo ha ammesso che la sua proposta non avrebbe avuto abbastanza voti per essere approvata. Tutto è stato rimandato a dopo Natale. I leader politici hanno ora veramente poco tempo a disposizione per trovare un accordo ed evitare il precipizio fiscale. Le vendite hanno colpito soprattutto i bancari. Banca MPS ha perso l'1,8%, UniCredit il 2,1%, Banca Popolare dell'Emilia Romagna il 2,1%, Intesa Sanpaolo l'1,3%, UBI Banca l'1,4%, Mediobanca l'1,1%, Banca Popolare di Milano il 2,1% e Banco Popolare il 2,7%. Lo spread tra il BTP e il Bund è salito oggi oltre 310 punti base. Impregilo ha guadagnato il 2,5% ed è stato il miglior titolo del FTSE MIB. Bene anche il settore industriale. Tenaris ha guadagnato lo 0,8%, Prysmian l'1,6% e Saipem lo 0,8%.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito