Italia Markets open in 3 hrs 47 mins

Piazza Affari scivola in avvio di seduta, Nexi e Moncler in vetta

simone borghi

Partenza sottotono per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib arretra dello 0,5% in area 23.300 punti, dopo aver chiuso la seduta di ieri in calo. A pesare sugli scambi i dubbi sulle relazioni tra Stati Uniti e Cina. Pechino ha accusato Washington di avere "intenzioni sinistre" dopo che, nella serata di ieri, il presidente americano Donald Trump ha firmato la proposta Hong Kong Human Rights and Democracy Act of 2019, trasformandola così in legge dopo l'approvazione del Congresso Usa. Trump ha firmato anche un altro provvedimento teso e vietare la vendita di munizioni, come maschere anti-gas e proiettili di gomma, alla polizia di Hong Kong.

La seduta odierna sarà movimentata da alcune indicazioni macro, tra cui spiccano gli indici di fiducia nell'Eurozona e l'inflazione in Germania. Si ricorda che oggi Wall Street rimarrà chiusa per festività (è il Giorno del Ringraziamento), mentre domani terrà aperto solo mezza giornata per il Black Friday. In Italia, il Tesoro oggi concluderà il trittico di aste di fine mese offrendo Btp e Ccteu fino a 5,75 miliardi, con rendimenti visti in discesa.

Sul Ftse Mib spicca in avvio Nexi che guadagna quasi l’1%; bene anche Moncler (+0,6%) e FinecoBank (+0,4%).

Acquisti anche su Saipem (+0,4%) che ha vinto due contratti dal valore complessivo di 750 milioni di euro. In particolare, il gruppo si è aggiudicato un contratto da parte della francese EDF Renewables per la costruzione del parco eolico offshore in Scozia e un nuovo contratto per la realizzazione del parco eolico offshore Formosa 2, a Taiwan.

Le peggiori del listino sono Stm (-1,1%) e Atlantia (-1,5%) di nuovo sotto pressione per la possibile revoca della concessione di Autostrade per l’Italia.