Italia Markets closed

Piazza Affari sfonda tutto e rischia di accartocciarsi ancora

Davide Pantaleo
 

Non si ferma la discesa delle Borse europee che anche oggi non sono riuscite ad evitare il segno, con la sola eccezione del Ftse100 che ha chiuso in frazionale rialzo dello 0,11%, diversamente dal Cac40 e dal Dax30 che sono scesi rispettivamente dello 0,29% e dello 0,73%.

A pagare il conto più salato è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib aggiornare i minimi dell'anno, con un close a 18.485 punti, in ribasso dell'1,69%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 18.924 e un minimo a 18.474 punti.

Ftse Mib sempre più in basso: quali i prossimi target?

L'indice delle blue chips ha anche provato a recuperare terreno, ma è stato subito respinto da un nuovo intervento dei ribassisti che lo hanno fatto piombare su nuovi minimi da inizio anno, con una violazione in chiusura di area 18.500.

Con conferme al di sotto di tale soglia la discesa del Ftse Mib è destinata a proseguire verso il prossimo sostegno in area 18.000, e non vi è alcuna garanzia che tale soglia possa frenare la spinta ribassista. Con discese al di sotto dei 18.000 punti bisognerà spostare l'attenzione sul supporto successivo dei 17.500 punti, il raggiungimento del quale non è da escludere del tutto vista la forte negatività del mercato.

Con un'immediata riconquista di area 18.500 il Ftse Mib potrà tentare un rimbalzo che avrà come primo target la soglia dei 19.000 punti. Oltre questo livello ci saranno margini di recupero verso i 19.200/19.500 punti, rotti i quali l'attenzione andrà rivolta all'ostacolo intermedio dei 19.700/19.800 punti prima di guardare nuovamente alla soglia psicologica dei 20.000 punti.

Lo scenario del mercato sta peggiorando quotidianamente e il fatto che l'indice non riesca a trovare alcun supporto in grado di frenare la sua discesa alimenta non poche timori sull'evoluzione nel breve che potrebbe rivelarsi ancora più pesante.

I market movers in America

Sul fronte macro Usa domani si conosceranno le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 210mila a 214mila unità. Per il dato preliminare degli ordini di beni durevoli a settembre si prevede una variazione negativa del 2,2% dopo il rialzo del 4,4% precedente, mentre al netto della componente trasporti è atteso un progresso dello 0,3% rispetto alla lettura invariata di agosto.

In calendario anche l'indice home pending sale che a settembre dovrebbe evidenziare una variazione negativa dello 0,1%, in recupero rispetto al calo dell'1,8% precedente.

Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?

Iscriviti da qui  per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di  Trend-Online.com

Diverse le società chiamate a diffondere domani i risultati del terzo trimestre e prima dell'avvio degli scambi a Wall Street si guarderà ai conti di Altria e American Airlines Group, con un eps atteso rispettivamente a 1,07 e a 1,13 dollari, mentre ConocoPhillips (NYSE: COP - notizie) e Merck (Londra: 0O14.L - notizie) dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari a 1,18 e a 1,14 dollari.

Alla prova dei conti anche Celgene (Swiss: CELG-USD.SW - notizie) e Comcast (Swiss: CMCSA.SW - notizie) , con un eps previsto a 2,22 e a 0,61 dollari, mentre dalle trimestrali di Valero Energy e Twitter (Francoforte: A1W6XZ - notizie) ci si attende un utile per azione di 1,95 e di 0,14 dollari.

A mercati chiusi si guarderà ai numeri di Amazon e Alphabet (Xetra: ABEA.DE - notizie) che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari a 3,12 e a 10,42 dollari, mentre Intel (Euronext: INCO.NX - notizie) dovrebbe consegnare un eps di 1,15 dollari e Snap registrare una perdita per azione di 0,14 dollari.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa si guarderà alla Germania dove sarà reso noto l'indice relativo alla fiducia dei consumatori che a novembre dovrebbe calare da 10,6 a 10,5 punti. Per l'indice IFO di ottobre le stime parlano di un calo da 103,7 a 103,2 punti.
In tarda mattinata è attesa la decisione della BCE (Toronto: BCE-PRA.TO - notizie) sui tassi di interesse, destinati a rimanere fermi allo 0%. Da seguire come di consueto la conferenza stampa del presidente Mario Draghi.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari da seguire Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) che presenterà i risultati del primo trimestre dell'esercizio 2018-2019. A diffondere i conti del terzo trimestre saranno invece Autostrade Meridionali, Edison (Stoccarda: 1517689.SG - notizie) , Technogym (Berlino: 32305642.BE - notizie) e Lu-VE.

Da monitorare Moncler che oggi a mercati chiusi ha reso noto di aver chiuso i primi nove mesi dell'anno con ricavi in rialzo del 18% a 872,7 milioni di euro.

Sotto la lente anche Fca in attesa dei dati sulle immatricolazioni di veicoli commerciali in Europa con riferimento al mese di settembre.

In agenda un'assemblea di Juventus FC per l'approvazione del bilancio dell'ultimo esercizio e la nomina del Cda, mentre quella di MolMed sarà chiamata a deliberare in merito all'aumento di capitale, alla nomina di un amministrazione o alla riduzione dei componenti del Cda.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online