Piazza Affari si prepara a possibili picchi di volatilità

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
ISG.MI2,220,18
MDLZ35,110,08
TWX66,00+1,08
LTOMF30,550,00
^FCHI4.451,08-33,13

Al calo della vigilia ha fatto seguito un pronto ritorno degli acquisti sulle Borse europee che sono state capaci di ripianare le perdite accusate ieri, ma non tutte. Il Dax30 e il Ftse100 si sono mossi quasi di pari passno, risalendo la china rispettivamente dello 0,7% e dello 0,78% ed è riuscito a fare meglio il Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) che si è apprezzato dello 0,9%. La migliore performance è stata quella di Piazza Affari che ha superato la sua collega francese, anche se di poco, con il Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) fermatosi a 15.683 punti, in ascesa dello 0,9%, dopo aver toccato un massimo a 15.692 e un minimo a 15.522 punti. Grazie alla tenuta di area 15.500 l’indice è riuscito a recuperare terreno in direzione dei 15.700 punti, ma questo non basta ancora a mettere al riparo da nuove vendite. La rimonta odierna potrebbe rivelarsi infatti solo un semplice pull-back dell’affondo di ieri, lasciando la porta aperta ad una ripresa del ribasso. Conferme in questa direzione si avranno con il mancato superamento dei 15.700 punti e ancor più con ritorni al di sotto dei 15.500 punti. In tal caso l’indice andrà a mettere sotto pressione la fascia supportiva dei 15.400/15.250, sotto la quale si assisterà ad un rapido scivolone verso i 15.000 punti, dove in prima battuta è attesa una ripresa degli acquisti. In mancanza di ciò bisognerà mettere in conto nuove vendite in direzione dei 14.800 e dei 14.500 e sarà la tenuta di quest’ultimo sostegno a salvaguardare la tendenza rialzista di medio periodo. Fino a quando i corsi si manterranno al di sopra dei 15.500 punti potranno tentare di dare vita a nuovi allunghi che, al di sopra dei 15.700, condurranno l’indice oltre i 15.800, per un test di area 16.000. Sarà oltre questa soglia di prezzo che il Ftse si irrobustirà e potrà accelerare verso i 16.300 e i 16.500, prima di un ritorno sui recenti massimi di periodo in area 16.700, superati i quali sarà inevitabile un approdo sui massimi dell’anno a 17.000/17.150 punti battuti a marzo scorso.

, Per la prossima seduta molto dipenderà dalle indicazioni che arriveranno nel corso della notte dalle elezioni presidenziali americane. Non è da escludere che la giornata possa essere caratterizzata da una forte volatilità, cui si andrebbe ad aggiungere non poca incertezza qualora dovesse mancare una vittoria netta dei due candidati o venisse rinviato il verdetto sull’esito delle consultazioni elettorali. Sul fronte macro Usa domani si conoscerà l’indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari e nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell’energia statunitense. Prima dell’avvio degli scambi saranno resi noti i risultati trimestrali di Macy’s e di Kraft Foods (NYSE: KFT - notizie) che per non deludere le attese dovranno centrare l’obiettivo di un utile per azione rispettivamente di 0,29 e di 0,69 dollari. In serata, dopo il suono della campanella, l’attenzione si sposterà su Qualcomm (Xetra: 883121 - notizie) e Time Warner (NYSE: TWX - notizie) , da quali ci si attende un eps di 0,82 dollari per entrambe le società.

In Europa si guarderà alle vendite al dettaglio di settembre che dovrebbero salire dello 0,4% rispetto allo 0,1% precedente, mentre in Germania si conoscerà il dato relativo alla produzione industriale di settembe, vista in calo dello 0,6% rispetto alla contrazione dello 0,5% precedente. Sempre domani la Commissione europea pubblicherà le previsioni macroeconomiche semestrali, mentre intorno alle 13 è previsto un discorso del presidente dela BCE, Mario Draghi. In agenda anche un discorso al Parlamento europeo del cancelliere tedesco, Angela Merkel, che in serata parteciperà ad una cena di lavoro con il primo ministro inglese, David Cameron.

, A Piazza Affari saranno da seguire Diasorin (Berlino: 34D.BE - notizie) , Lottomatica (Other OTC: LTOMF.PK - notizie) e Tenaris (Other OTC: TNRSF.PK - notizie) che presenteranno i risultati del terzo trimestre. Alla prova dei conti saranno chiamati anche Beni Stabili (Milano: BNS.MI - notizie) , Cementir (Milano: CEM.MI - notizie) , Interpump, Isagro (Milano: ISG.MI - notizie) , Italcementi (MDD: IT.MDD - notizie) e Yoox Group. Sotto i riflettori anche i titoli del settore bancario in vista delle trimestrali che saranno diffuse da BNP Paribas (Other OTC: BNPQF.PK - notizie) e da ING. Uno sguardo anche ai titoli del settore petrolifero dopo che i prezzi dell’oro nero stanno salendo in direzione degli 88 dollari al barile, alla vigilia del report sulle scorte strategiche Usa.

Da seguire anche i titoli del risparmio gestito in vista della diffusione da parte di Assogestioni dei dati mensili relativi alla raccolta di fondi comuni.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.675,75 -1,18% 23 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.175,97 0,74% 23 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.674,74 0,11% 23 apr 17:35 CEST
Dax 9.544,19 0,58% 23 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,08% 23 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.482,72 0,44% 05:09 CEST

Ultime notizie dai mercati