Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.574,47
    +650,33 (+2,10%)
     
  • Nasdaq

    12.938,91
    +215,44 (+1,69%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,20
    +2,37 (+3,71%)
     
  • BTC-EUR

    41.220,89
    +372,99 (+0,91%)
     
  • CMC Crypto 200

    981,31
    +38,13 (+4,04%)
     
  • Oro

    1.695,70
    -5,00 (-0,29%)
     
  • EUR/USD

    1,1927
    -0,0051 (-0,43%)
     
  • S&P 500

    3.851,13
    +82,66 (+2,19%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8606
    -0,0010 (-0,12%)
     
  • EUR/CHF

    1,1093
    -0,0028 (-0,25%)
     
  • EUR/CAD

    1,5088
    -0,0074 (-0,49%)
     

Piazza Affari si unisce ai festeggiamenti per Biden, Unicredit prende fiato all'indomani del rally

Valeria Panigada
·1 minuto per la lettura

Piazza Affari si unisce ai festeggiamenti dei listini europei per l'inaugurazione della presidenza di Joe Biden negli Stati Uniti. Gli investitori sono ottimisti sul cambio di guardia alla Casa Bianca che, sulla base delle recenti dichiarazioni della stessa ex presidente della Federal Reserve Janet Yellen, nominata da Biden per l'incarico di segretario al Tesoro Usa, sosterrà e proporrà nuove misure di stimoli economici per contrastare gli effetti della pandemia da coronavirus sull'economia americana. In questo contesto, l'indice Ftse Mib si muove nei primi minuti di contrattazione sopra la parità, segnando un +0,3% in area 22.707 punti. Non è escluso che nel corso della seduta torni maggiore cautela in vista dell'annuncio di politica monetaria della Banca centrale europea (Bce), previsto alle ore 13.45. Tra i titoli del paniere principale di Piazza Affari, Inwit conquista la vetta con un rialzo dell'1,8%. La seguono Moncler e Campari con progressi intorno a 1 punto percentuale. Sul fronte opposto invece, Eni e Tenaris sono tra i peggiori titoli del Ftse Mib con un -0,4%, riflettendo la debolezza delle quotazioni del petrolio. Debole UniCredit, con un ribasso dello 0,2%, dopo il rally di ieri (+4%) che aveva portato il titolo a superare il muro degli 8 euro.