Italia Markets closed

Piazza Affari soffrirà ancora: i titoli con più appeal nel breve

Davide Pantaleo
 

Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l'intervista realizzata a Fabrizio Brasili, analista finanziario, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.
Chi volesse contattare Fabrizio Brasili può scrivere all'indirizzo email: f.bsuperguru@yahoo.it.

I mercati azionari americani continuano a performare meglio rispetto a quelli europei che mostrano maggiore incertezza. Cosa si aspetta sulle due opposte sponde dell'Atlantico ora?

Tutto prosegue senza interruzioni e scossoni nelle diverse aree del pianeta, quasi ci fosse un pilota automatico, e questo un po' di perplessità ci trasmette.
Gli indici Usa sono comunque quelli che di più ci stupiscono, soprattutto per la loro perseveranza nel continuare a piccoli ma costanti passi in avanti, noncuranti di quello che potrebbe accadere se le questioni geopolitiche ed economiche, solo per citarne un paio, dovessero volgere al brutto.
Della serie" finché la barca va...".

Agli investitori americani, se potessi darei un consiglio, come do ai miei abbonati alla lettera ed ai servizi di consulenza operativa. Quantomeno direi di alleggerire vendere tutto quello che è banche e assicurazioni, ma anche di acquistare sugli stessi titoli contemporaneamente opzioni put. Naturalmente anche sul relativo future SP&500.

Per il resto dei titoli potrebbe essere sufficiente la vendita di opzioni call at the money o anche per un approccio più aggressivo opzioni call leggermente in the money.

Per le Borse europee, soprattutto se il dollaro si dovesse rafforzare un po', ritornando per lo meno in equilibrio sugli 1,14/1,1550 contro l'euro, si consigliano solo piccoli alleggerimenti sui soliti titoli molto sensibili come i finanziari e su qualche titolo con prezzi esageratamente molto tirati.
Questo ultimo suggerimento vale anche per i mercati europei molto meno tirati di quelli Usa, ma più cari di quelli italiani.

A Piazza Affari il Ftse Mib è tornato a perdere terreno, avvicinandosi nuovamente all'area dei 22.000 punti. Bisogna mettere in conto nuove flessioni nel breve?

A mio avviso saranno da mettere in conto ulteriori discese a Piazza Affari: l'ultima ruota del carro dei principali Paesi europei soffrirà ancora e più pesantemente degli altri, per la sua natura " bancocentrica", ma anche razionalmente per via della debolezza del dollaro e della conseguente forza dell'euro, per la sua struttura e vocazione all'export.

Per il Ftse Mib aspettiamoci, dopo aver toccato i supporti intermedi di 21.850 di future Marzo e quello, ancor poco significativo, ma indicativo del future giugno di area 21.500, ancora un saliscendi quantomeno da qui a fine anno.

I gestori  inoltre  devono pur far cassa ed evidenziare gli utili se non hanno puntato sulle banche, e quindi continueranno con gli alleggerimenti, sopratutto sui buoni titoli, che sono poi quelli che hanno meglio performato.
Da gennaio gli stessi gestori poi, forse, ricompreranno i medesimi titoli che hanno venduto in dicembre e la giostra continuerà.

Tra gli assicurativi di Piazza Affari ci sono dei titoli che presentano configurazioni grafiche interessanti? A quali consiglia di guardare ora?

C'è ben poco da scegliere, ma segnalo fra le Big Cap Generali e tra i titoli a minore capitalizzazione Vittoria Assicurazioni (Londra: 0NM8.L - notizie) e Cattolica Assicurazioni.

Preferiamo di gran lunga UnipolSai (Amsterdam: UQ8.AS - notizie) che resta ben impostata e offre una cedola generosissima. Il titolo ai prezzi attuali, oscillanti da mesi fra 1,90 e 2 euro, offre anche una buona affidabilità di poter vendere su queste basi opzioni call e put o per i più prudenti 1,80/2,10, entrambi con scadenza giugno, incassando quasi sicuramente la cedola.

In chiusura della scorsa ottava Mediaset (Londra: 0NE1.L - notizie) e Telecom Italia (Amsterdam: TI6.AS - notizie) sono saliti in controtendenza in vista di un possibile accordo sui contenuti. Valuterebbe l'acquisto di questi due titoli ora?

Mi asterrei da Mediaset oppure la venderei, ma manterrei le posizioni od acquisterei sicuramente Telecom Italia nella versione risparmio.
Quest'ultimo titolo è da tempo consigliato agli abbonati da sempre, anche con opzioni sugli attuali prezzi intorno a 0,60 euro, con vendita di call da marzo a giugno strike 0,66/68call e 0,56/58 put.
Il titolo presenta un supporto molto forte a 0,56 euro e una prima resistenza a 0,66 euro.

Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) settore industriale a Piazza Affari quali sono i titoli che a suo avviso presentano configurazioni grafiche interessanti?

In ordine preferisco Brembo da acquistare ora sui forti supporti di medio termine a 12,60 euro, da coprire con vendita call 13,60/14 rispettivamente e vendita put 12,60/12,40.
Poi Fca da acquistare in area 15/15,20 e vendere praticamente sulle resistenze più importanti o quasi.
Infine uno sguardo ad Interpump da acquistare in area 16,50 euro.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online