Piazza Affari sorretta dalle Banche

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BELI.PA29,400,30
UBI.MI7,010,01
DIA.MI29,660,13
^DJI16.514,37+65,12
ENEL.MI4,130,01

Dati macro con più luci che ombre non sono stati sufficienti a far tornare gli acquisti a New York, anche le Piazze europee hanno risentito dell’apertura debole di Wall Street rimangiandosi gran parte dei rialzi che avevano cumulato nella prima parte della seduta.

Le (Parigi: FR0000072399 - notizie) prime richieste di sussidi alla disoccupazione sono calate molto più di quanto previsto dagli economisti, e le vendite di nuove abitazioni, in linea con le attese, sono salite del 4,4% e si sono quindi attestate sui massimi dall’aprile 2010.

L’aspetto meno confortante ha riguardato la fiducia dei consumatori che in dicembre è diminuita a 65,1 punti dal precedente 71,5 (consenso 70,0 punti).

I dati, comunque, in altri momenti avrebbero aiutato il mercato, invece anche oggi, subito dopo l’apertura, sul mercato statunitense si sono convogliate le vendite ed al momento potrebbero essere in dubbio due barriere molto importanti, i 13.000 punti del Dow Jones (DJI: ^DJI - notizie) ed i 1.400 dello S&P.

Ma torniamo alla nostra Piazza Affari, ricordiamo innanzitutto che Diasorin (Milano: DIA.MI - notizie) (+2,07%) oggi ha distribuito un dividendo straordinario pari a 83 centesimi (il 2,69%), alla chiusura, quindi, avvenuta su quota 30,61 euro va attribuita una performance positiva.

Ma il podio per la giornata odierna è stato monopolizzato dai titoli del comparto bancario e, nello specifico, delle Banche popolari, Best performer Banca MPS (+2,66%), seguita da BpM (+2,54%) e Banco Popolare (Milano: BP.MI - notizie) (+2,43%).

Con una buona performance Mediolanum (Milano: MED.MI - notizie) (+2,12%) termina veramente ad un soffio dal massimo dell’anno stabilito lo scorso 5 dicembre.

Vanno sottolineati pure i rialzi di BpeR (+1,84%), A2A (Milano: A2A.MI - notizie) (+1,76%) e Ubi Banca (Milano: UBI.MI - notizie) (+1,73%).

Ma anche oggi diversi titoli hanno ritoccato i loro massimi dell’anno, eccoli: Ansaldo (Milano: STS.MI - notizie) (+1,51%), Buzzi Unicem (Milano: BZU.MI - notizie) (+1,24%), Enel (Milano: ENEL.MI - notizie) (+0,82%), Snam Rete Gas (Other OTC: SNMRF - notizie) (+0,74%), Terna (Milano: TRN.MI - notizie) (+0,20%), Autogrill (Milano: AGL.MI - notizie) (+0,17%) ed Eni (Milano: ENI.MI - notizie) (+0,05%).

, Non sono mancati anche dei ribassi, i titoli più colpiti dalle vendite sono risultati: Luxottica (Milano: LUX.MI - notizie) (-1,24%), Fiat Ind. (-0,84%), Stmicroelectronics (-0,83%) e Impregilo (-0,78%).

Domani assisteremo all’ultima seduta dell’anno, auguriamoci di concludere in bellezza un 2012 che, dopo essere partito alla grande ed aver stabilito il proprio massimo nel giorno di San Giuseppe (19 marzo), aveva visto una caduta verticale fino a toccare un minimo a 12.362 punti il 24 luglio, ma successivamente la ripresa è stata senza dubbio significativa ed al momento la performance del nostro indice principale risulta del +8,73%.

Riusciremo a concludere l’anno con un rialzo a doppia cifra per il nostro Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) ? Molto dipenderà da Wall Street e soprattutto dalle notizie che arriveranno da Washington.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.888,51 0,21% 11:17 CEST
Eurostoxx 50 3.194,86 0,15% 11:01 CEST
Ftse 100 6.680,30 0,02% 11:02 CEST
Dax 9.586,89 0,14% 11:02 CEST
Dow Jones 16.514,37 0,40% 22 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.546,27 +1,09% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati