A Piazza Affari la strada è spianata per ulteriori rialzi

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
STCORP.BO220,00-5,00
FTSEMIB.MI21.148,84+331,35
^FCHI4.395,26+49,91

L’incertezza della vigilia, che aveva portato ad una chiusura contrastata delle Borse europee, ha lasciato il posto quest’oggi ad un ritorno degli acquisti. I listini del Vecchio Continente si sono mossi tutti nella stessa direzione, chiudendo gli scambi preceduti dal segno più, grazie anche al sostegno arrivato da Wall Street. Il Dax30 e il Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) si sono mossi praticamente di pari passo, salendo rispettivamente dello 0,32% e dello 0,31%, mentre è riuscito a fare meglio il Ftse100 che ha chiuso le contrattazioni con un progresso dello 0,74%. Ancora una volta ad indossare la maglia rosa è stata Piazza Affari che continua a mostrare maggiore forza relativa rispetto agli altri listini, tanto europei quanto americani. L’indice Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) ha concluso le contrattazioni sui massimi intraday a 17.326,27 punti, con un rally del 2,21%, dopo aver toccato un minimo a 17.035 punti. L’indice delle blue chips ha avviato gli scambi già in rialzo, riposizionandosi da subito al di sopra dei 17.000 punti, per poi violare i massimi delle ultime sedute in area 17.100/17.150 e spingersi fino alla soglia dei 17.350. Il mercato conferma l’ottima intonazione già mostrata nel corso delle ultime settimane e non sembra evidenziare alcun segnale di stanchezza, malgrado l’ipercomprato che si è venuto a creare sui principali indicatori. Ci sono le condizioni per assistere ad una prosecuzione del rialzo nel breve con primo obiettivo l’area dei 17.500 punti per l’indice Ftse Mib. Se quest’ultimo riuscirà ad avere ragione di tale livello, ci saranno margini per ulteriori upside in direzione dei 18.000 punti, con eventuali estensioni nella migliore delle ipotesi fin verso i 18.200, dove in prima battuta si dovrebbe assistere ad una ripresa delle vendite o quantomeno ad una fase di consolidamento prima di ulteriori salite.

, Segnali di incertezza si avranno con la mancata violazione dei 17.500 e con ritorni al di sotto dei 17.300 che potrebbero portare ad un test dei 17.100/17.000 punti. L’eventuale cedimento di questa soglia di prezzo aprirà le porte a flessioni più marcate verso i 16.800 prima e i 16.500 in un secondo momento. Per la prossima seduta, sul fronte macro Usa si segnala un solo aggiornamento di rilievo e si tratta delle nuove richieste di sussidi di disoccupazione che, in riferimento all’ultima settimana, dovrebbero attestarsi a 361mila unità, in calo rispetto alle 372mila della rilevazione precedente. In calendario anche un discorso di Esther George, presidente della Fed di Kansas City, che parlerà dell’economia americane a prendere la parola sarà anche James Bullard, a capo della Fed di St (BSE: STCORP.BO - notizie) .Louis, che sarà impegnato un intervento sulla politica monetaria e sllo stato dell’economia a stelle e strisce. In Europa è previsto un duplice appuntamento con le Banche Centrali, visto che la Bank of England annuncerà la sua decisione sui tassi di interesse, destinati a rimanere fermi allo 0,5%. Gli analisti scommettono su un nulla di fatto anche per la Banca Centrale europea che manterrà invariato il costo del denaro allo 0,75%. Come di consueto sarà importante seguire la conferenza stampa del presidente Mario Draghi, a commento delle decisioni di politica monetaria che saranno prese domani. In Europa sarà anche da seguire in Spagna l’asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2015, 2018 e 2026, per un ammontare compreso tra 4 e 5 miliardi di euro. A Piazza Affari i riflettori continuano ad essere puntati sempre sui titoli del settore bancario che saranno da seguire anche in vista di possibili movimenti per lo spread BTP-Bund. Quest’ultimo potrebbe infatti risentire dell’esito dell’asta dei BOT con scadenza ad un 1 anno che saranno offerti domani per un ammontare massimo di 8,5 miliardi di euro.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.142,97 +1,56% 09:15 CEST
Eurostoxx 50 3.122,72 +1,01% 09:00 CEST
Ftse 100 6.591,92 0,77% 09:00 CEST
Dax 9.173,71 -1,77% 15 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.262,56 0,55% 15 apr 22:34 CEST
Nikkei 225 14.417,68 +3,01% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati