Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.766,09
    +280,08 (+1,14%)
     
  • Dow Jones

    34.382,13
    +360,68 (+1,06%)
     
  • Nasdaq

    13.429,98
    +304,99 (+2,32%)
     
  • Nikkei 225

    28.084,47
    +636,46 (+2,32%)
     
  • Petrolio

    65,51
    +1,69 (+2,65%)
     
  • BTC-EUR

    40.501,14
    +287,70 (+0,72%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,33
    +39,77 (+2,93%)
     
  • Oro

    1.844,00
    +20,00 (+1,10%)
     
  • EUR/USD

    1,2146
    +0,0062 (+0,51%)
     
  • S&P 500

    4.173,85
    +61,35 (+1,49%)
     
  • HANG SENG

    28.027,57
    +308,90 (+1,11%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.017,44
    +64,99 (+1,64%)
     
  • EUR/GBP

    0,8610
    +0,0014 (+0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0943
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,4697
    +0,0005 (+0,04%)
     

Pictet AM: aziende familiari "ottimo investimento" troppo spesso trascurato

Virgilio Chelli
·3 minuto per la lettura
Pictet AM: aziende familiari
Pictet AM: aziende familiari

Pictet Asset Management analizza la governance delle aziende a conduzione familiare per concludere che hanno performance molto positive che tuttavia non trovano riscontro nei giudizi delle agenzie di rating

Le aziende a conduzione familiare hanno performance così positive rispetto ad altre aziende che devono fa sorgere seri interrogativi sui motivi per cui ottengono un punteggio insoddisfacente dalle agenzie di rating in merito alla governance. Non è giusto ritenere le società a conduzione familiare come gestite in modo peggiore rispetto alle loro omologhe non a conduzione familiare, nonostante la costante generazione di rendimenti migliori per gli azionisti con rischi minori per il capitale degli investitori. Al contrario, queste società rappresentano un investimento eccellente e troppo spesso trascurato, soprattutto se le loro strutture di governance vengono analizzate con maggior dettaglio.

PRECONCETTI DA ABBATTERE

Lo sostiene una lunga e articolata analisi firmata da Alain Caffort, Senior Investment Manager di Pictet Asset Management, secondo cui bisogna abbattere i preconcetti sulla governance delle imprese a conduzione familiare. Il fatto che mercati finanziari e agenzie di valutazione dei criteri ESG siano spesso prevenuti sulla governance delle società a conduzione familiare è secondo Caffort il risultato di alcuni grossi malintesi, che non tengono conto dei rendimenti interessanti generati dalle società a conduzione familiare. Secondo Pictet AM, la rigida applicazione delle metriche di governance delle agenzie di rating è poco adatta a giudicare come sono gestite le aziende familiari, perché ne ignorano molti vantaggi, perdendo anche di vista le prove empiriche, come il fatto che a parità di capitale impiegato, le aziende familiari generano rendimenti migliori a un rischio inferiore.

LA STRUTTURA DEI CDA

Le critiche si basano su tre aspetti: struttura del Cda, diritti degli azionisti e retribuzione dei dirigenti. Ma Pictet AM sottolinea che le aziende familiari tendono ad avere rendimenti più elevati, con una minore leva finanziaria, elemento chiave proprio per valutare l'indipendenza dei Cda, mentre per quanto riguarda i diritti degli azionisti, la remunerazione indipendente, l'audit e i comitati per le nomine sono più importanti dell'indipendenza del Cda. Infine, guardando alla retribuzione dell'AD, secondo Pictet AM non ci sono prove che dimostrino che le famiglie proprietarie utilizzano la loro posizione privilegiata per premiarsi in modo eccessivo.

RENDIMENTI E DISCIPLINA MIGLIORI

L’analisi di Pictet AM sottolinea che le aziende familiari quotate vantano migliori punteggi ESG per le metriche ambientali e sociali rispetto alle altre, ma tendono a ricevere rating più bassi per la governance, nonostante il numero notevolmente inferiore di controversie legate a questioni di governance. Le agenzie considerano l'indipendenza del Cda un pilastro della governance ideale, ma Pictet AM sottolinea che le aziende familiari presentano rendimenti migliori e standard di disciplina finanziaria più elevati e che non esistono correlazioni tra l'indipendenza del Cda e le prestazioni aziendali, mentre esiste una correlazione settoriale. Pictet AM cita i beni di lusso, dove esiste una correlazione inversa tra i punteggi di governance e indipendenza del Cda e i rendimenti per gli azionisti.

PUNTEGGIO PROPRIETARIO SULLA GOVERNANCE

Pictet AM ha creato il proprio punteggio personalizzato sulla governance delle aziende familiari per arrivare alla conclusione che le aziende a conduzione familiare sono un investimento eccellente e troppo spesso trascurato. Secondo l’analisi di Caffort, la mancanza di indipendenza del Cda delle aziende familiari rappresenta un potenziale vantaggio, perché una leadership familiare forte, attraverso una proprietà stabile e significativa, tende a promuovere una visione a lungo termine, orientata alla conservazione del capitale e lontana da azzardi. Per proteggere gli interessi degli azionisti di minoranza, Pictet AM considera invece l'indipendenza dei comitati di audit, remunerazione e nomina della società.

ATTENZIONE ALLE CONTROVERSIE

Infine, Pictet AM presta attenzione al fatto che l'azienda abbia o meno registrato controversie, in particolare in relazione a transazioni con terze parti o a remunerazioni ingiustificate. Questo è per Pictet AM un indicatore retrospettivo, che fornisce però anche un'indicazione della qualità della corporate governance e aiuta l’investitore a evitare società con azionisti dominanti che antepongono gli interessi della famiglia a quelli della società. Per approfondimenti su investimenti e strategie a cura di Pictet Asset Management è possibile visitare il sito corporate e il blog di cultura finanziaria Pictet per Te.