Italia markets open in 7 hours 6 minutes
  • Dow Jones

    33.945,58
    +68,61 (+0,20%)
     
  • Nasdaq

    14.253,27
    +111,79 (+0,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.884,13
    +873,20 (+3,12%)
     
  • EUR/USD

    1,1945
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • BTC-EUR

    27.209,59
    +513,42 (+1,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    767,68
    -26,65 (-3,36%)
     
  • HANG SENG

    28.309,76
    -179,24 (-0,63%)
     
  • S&P 500

    4.246,44
    +21,65 (+0,51%)
     

Piero Angela: "Ho chiesto al presidente Mattarella di ricandidarsi, al Paese serve il bis"

·Contributor HuffPost Italia
·2 minuto per la lettura
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con Piero Angela (Photo: ANSA)
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con Piero Angela (Photo: ANSA)

“Sono stato ricevuto con mia moglie dal presidente Mattarella, nel suo studio: è stato molto gentile, ha avuto parole di considerazione per il lavoro che ho svolto finora, e anch’io ho avuto modo esprimergli la gratitudine di tutti noi per il ruolo di punto di riferimento che ha in quest’Italia così litigiosa”. A parlare all’Ansa è Piero Angela, che ha ricevuto ieri al Quirinale l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

″È stato un incontro molto gradevole, uno scambio piacevole. E poi tutte quelle sale, salette… Io sono un amante degli arazzi, e il Quirinale ne è pieno”, ha raccontato lo storico divulgatore, 93 anni. Il quotidiano Repubblica riporta ulteriori dichiarazioni di Angela, che avrebbe chiesto al presidente un bis di mandato.

“Ho detto al presidente Mattarella che deve ricandidarsi, serve il bis” [...] “Anche mia moglie, che mi accompagnava, gliel’ha detto: “Presidente, ci pensi”. È una persona amata, stimata, e rappresenta il Paese. Una sua rielezione sarebbe importante”. E Mattarella? “Non ha fatto alcun commento, i presidenti non parlano di queste cose, si sa, ma non credo abbia intenzione di farlo. Non è un lavoro facile. Sei sempre in vetrina. Hai sulle spalle grandi responsabilità. Umanamente lo posso capire”.

Il racconto di Piero Angela all’Ansa prosegue: “Il presidente mi ha dato tutte le insegne, nastri e medaglioni e poi anche un certificato e quindi adesso sono a posto: non posso più avere altre onorificenze, questa è davvero la più importante”, scherza.

“Al presidente ho detto che anch’io faccio servizio pubblico, lavorando per un’azienda che ha una vocazione così importante: nel mio caso l’impegno è a diffondere la cultura scientifica e ...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli