Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.580,48
    +445,49 (+1,53%)
     
  • Nasdaq

    10.994,76
    +165,26 (+1,53%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • EUR/USD

    0,9699
    +0,0101 (+1,06%)
     
  • BTC-EUR

    20.182,97
    -207,84 (-1,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    446,11
    +17,33 (+4,04%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • S&P 500

    3.706,85
    +59,56 (+1,63%)
     

Pil, Ocse: +0,3% in secondo trimestre, Italia “accelera” +1%

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 29 ago. (askanews) - Il prodotto interno lordo dei paesi Ocse è cresciuto dello 0,3% nel secondo trimestre del 2022 rispetto al primo quarto dell'anno. Secondo le stime provvisorie, nei paesi del G7 la crescita del pil trimestre su trimestre è leggermente aumentata allo 0,2%, rispetto allo zero della prima parte dell'anno. Il risultato, sottolinea l'Ocse, riflette un quadro misto: Stati Uniti e Regno Unito hanno vissuto un trimestre negativo (entrambi meno 0,1%) e la Germania ha rallentato la corsa (+0,1% rispetto a +0,8%). Risultati invece positivi in Giappone e Francia (0,5%), con una crescita "accelerata" in Italia (1%) e Canada (1,1%).

Anche per gli altri paesi Ocse lo scenario è "contrastante". A soffrire maggiormente i paesi più vicini alla guerra in Ucraina: la Polonia è passata dal +2,5% del primo trimestre a una contrazione del 2,3%; Lettonia e Lituania sono passate da una crescita positiva a una contrazione, meno 1,4% e meno 0,4%, mentre l'avanzata dell'Ungheria è rallentata dal 2,1% all'1,1%.

In Europa bene i Paesi Bassi, che hanno registrato un aumento del 2,6%, Svezia (1,4%), Spagna (1,1%), Norvegia e Danimarca (entrambi dello 0,7%) e Finlandia (0,6%). Fuori dai confini europei Israele ha registrato la crescita più forte (1,7%), seguito dal Messico (1%).