Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.668,16
    +177,47 (+0,50%)
     
  • Nasdaq

    15.420,32
    +184,48 (+1,21%)
     
  • Nikkei 225

    28.820,09
    -278,15 (-0,96%)
     
  • EUR/USD

    1,1690
    +0,0084 (+0,72%)
     
  • BTC-EUR

    52.340,02
    +1.536,52 (+3,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,86
    +61,48 (+4,33%)
     
  • HANG SENG

    25.555,73
    -73,01 (-0,28%)
     
  • S&P 500

    4.589,25
    +37,57 (+0,83%)
     

Pnrr, Alfonso (SIMEST): digitale e sostenibilità per pmi competitive

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 5 ott. (askanews) - "Nel primo semestre del 2021 la crescita economica dell'Italia è stata trainata in modo straordinario dalla manifattura e dalle costruzioni. Ciò è avvenuto non per effetto di un semplice rimbalzo, ma perché l'industria manifatturiera italiana è oggi tra le più forti e competitive a livello mondiale dopo la formidabile cura da cavallo del Piano Industria 4.0" e per competere con successo nei mercati internazionali le pmi italiane devono "rivedere il modello di business in funzione di quei trend che hanno avuto un'accelerazione con la pandemia ma che si affermeranno come cambiamenti strutturali nel contesto globale: innovazione, digitale, sostenibilità", ha detto l'amministratore delegato di SIMEST Mauro Alfonso all'evento sul Made in Italy organizzato da FT, Sole24Ore e Sky.

"E' il momento per le nostre PMI di reagire con prontezza al mutamento, approfittando delle politiche espansive e soprattutto del PNRR per compiere una vera e propria trasformazione in chiave digitale e 'green' del proprio business. E' necessario, infatti, che il tessuto produttivo italiano si adegui alla nuova economia che è nata dalla crisi e si presenti ai mercati internazionali con la forza necessaria per reggere la concorrenza dei più temibili competitor", ha aggiunto, sottolineando l'impegno di SIMEST nel sostenere la vocazione internazionale delle pmi italiane.

Un obiettivo che la società del gruppo Cdp porterà avanti "a partire dal 28 ottobre con la riapertura dei nostri strumenti di finanza agevolata grazie alle risorse europee - NextGenerationUE stanziate sul Fondo 394 - che gestiamo in convenzione con la Farnesina - dal PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza)".

Il Fondo avrà una dota da 1,2 miliardi di euro "che saranno utilizzati per rafforzare la competitività del sistema delle PMI italiane" con tre nuove linee: finanziamento per la transizione digitale ed ecologica, finanziamento per lo sviluppo del commercio elettronico in Paesi esteri e finanziamento per la partecipazione a un evento promozionale di carattere internazionale, anche virtuale. "Un'opportunità che sarà offerta in linea prioritaria alle imprese del Sud Italia, a cui sarà riservata una quota delle risorse (480 milioni) e maggiori agevolazioni (quota superiore di fondo perduto - fino al 40% del finanziamento richiesto): poiché la crisi economica post-pandemica rischia di aggravare le disuguaglianze sociali e le disparità territoriali, l'attenzione a Sud e PMI diventa oggi quanto mai prioritaria", ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli