Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.826,82
    +12,43 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    15.196,90
    +35,37 (+0,23%)
     
  • Nikkei 225

    30.323,34
    -188,37 (-0,62%)
     
  • EUR/USD

    1,1772
    -0,0054 (-0,46%)
     
  • BTC-EUR

    40.561,41
    -543,99 (-1,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.224,27
    -9,02 (-0,73%)
     
  • HANG SENG

    24.667,85
    -365,36 (-1,46%)
     
  • S&P 500

    4.482,19
    +1,49 (+0,03%)
     

In Pnrr stanziati 2,8 miliardi per agricoltura sostenibile

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 2 set. (askanews) - "La sostenibilità è un tema centrale ma non possiamo permettere che diventi un sinonimo di decrescita. Essa deve essere intesa in termini di innovazione per tutta la filiera, senza però che questo diventi un limite": lo ha detto Alessandro Squeri, presidente dei Giovani di Federalimentare aprendo il convegno su "PNRR: Strumenti per i giovani imprenditori dell'agroalimentare" organizzato dai Giovani di Confagricoltura - ANGA e di Federalimentare che si è tenuto oggi a Cibus. "La filiera alimentare italiana è tra le più sostenibili al mondo. Ovviamente puntiamo a migliorarci ma non possiamo più permettere di essere additati come gli imprenditori che inquinano", ha continuato Squeri.

Che la sostenibilità sia un tema centrale è testimoniato anche dal PNRR che "stanzia per la rivoluzione verde e la transizione ecologica più del 30% del totale (quasi 60 mld) - ha detto Claudio Calvani del gruppo di consulenza VVA (Valdani Vicari e Associati) dedicato alla media impresa - Di questi, circa 2,8 miliardi sono dedicati all'agricoltura sostenibile e all'economia circolare con investimenti che riguardano lo sviluppo di una filiera agricola e alimentare smart e sostenibile, con meno sprechi, più tracciabilità e digitalizzazione logistica; un parco agrisolare per ridurre consumi energetici del settore agroalimentare e innovazione e meccanizzazione nel settore".

"Gli strumenti del PNRR e la congiuntura post pandemia sono evidentemente un mix che può e deve rilanciare il mondo agricolo ed agroalimentare, soprattutto per le aziende condotte dai giovani. Oggi abbiamo rilevato che gli strumenti sono adatti, abbiamo solo bisogno di pragmatismo e tempi certi" ha commentato Francesco Manstrandrea, presidente dei Giovani di Confagricoltura.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli