I mercati italiani sono chiusi

La politica pesa ancora sui mercati finanziari

Bruno Chastonay
 

La settimana è iniziata con il risultato più importante atteso, sempre facente parte della politica, ad impattare gli andamenti dei mercati finanziari globali. Flop e smacco per TRUMP, che non ottiene il consenso voluto per la riforma sanitaria Obamacare. Quindi si parte con un DOLL penalizzato da liquidazioni di posizioni, a min4 mesi, con rottura di supporti chiave, che stanno ora innescando degli shorts. Calo indici, sotto tono commodity, calo yields. Guadagno dello YEN, come alternativa, al dollaro e alla sterlina, dalle incertezze, e sostenuti ORO su max4 settimane, CHF, NOK. Come risultato, vince ancora una volta la prudenza, con GBP, YEN e anche ORO anche se sotto le aspettative, e solo da debolezza dollaro. Di (KSE: 003160.KS - notizie) nuovo preferiti i BONDS. Restano più “pacati” i movimenti a sostegno CHF, NOK. E con l’andamento degli ultimi giorni resta ora in questione il futuro del DOLL e delle borse, avendo rotto dei supporti chiave, quello dei 200giorni e del 76.4pc fibonacci (per il dollaro), e S&P sotto media mobile 50giorni. Futuro che viene valutato a rischio, in quanto viene messa nuovamente in discussione la capacità di Trump di passare il suo budget, riforma fiscale privato e aziendale, regole commercio, e altro.

Questa settimana abbiamo la pubblicazione finale del gdp 4trimestre Usa, l’innesco dell’articolo 50 UK-Brexit, e la fine anno fiscale Giapponese, e il tutto all’ombra dei problemi irrisolti che riguardano l’immigrazione, relazioni entro varie nazioni, e le incertezze dei futuri voti in Francia e Germania, i conti Italia-Eu. Oltre anche agli ampi commenti di vari elementi EU-UK-USA, su vari argomenti, a dare il tono alle aspettative sui TASSI. Mercati, nonostante il calo indici, dollaro, in sostanza passata giornata tranquilla, senza volatilità. Da notare il calo RAND di quasi 2pc, con la sua borsa, da intervenute tensioni con min.fin e governo. E il BIT COIN recupera dopo l’affondo di venerdi oltre l’8pc, mantenendo una elevata volatilità in mercato ristretto. Dai CHART segnali di overbought per GBP, EURO, YEN, e di oversold per DOLL. Sugli indici indicatori restano negativi.

Dati economici

PETROLIO aumento trivelle Usa, stoccaggi, attese per prolungamento tetto produz 6mesi – CAFFE’ -2.0pc ulteriore – RAME -2.5pc – FISCO per Oxfam, banche coinvogliano 1/3 utili in offshore, per 25bln nel 2015 – EU crediti privati +2.3 da 2.2pc, M3 (Other OTC: MTHRF - notizie) 4.7 da 4.8pc. Dow e DuPont fusione 130bln approvata a condizioni. Praet sostegno eco da QE resta necessario, prev eco in recupero, inflaz temporanea da energia – CH yield 10anni -0.04pc. ZurichIns voci di interesse per Generali (EUREX: 566030.EX - notizie) , aucap 13bln – UK yield 10anni 1.17pc – GER yield 10anni 0.38pc. IFO clima 112.3 da 111.1, aspett 105.7 da 104.2, attuale 119.3 da 118.4 – ITL yield 10anni 2.38, btp/bund 185. Fiera Milano (Milano: FM.MI - notizie) +2.7, Stefanel +37pc, banche -1.6pc, Sole24Ore -8,5pc. Buzzi Unicem (Londra: 0NVQ.L - notizie) -3.8. manovra prev correttiva per 3.4bln – FF yield 10anni 0.97pc, ESP 1.70pc – SMARINO IMF pressione per pulizia banche, per continuare a sperare necessari 400mln – USA yield 10anni 2.37pc. LockhartFED spazio per ulteriori 2 rialzi tassi 2017. Dallas Fed manifatt 16.9 da 24.5. Snap +3.0, Best Buy (Swiss: BBY.SW - notizie) +2.5 – CINA Kaisa Group dopo 2anni di stop e rischio fallimento, +85pc da calo esposizioni. Utili societari industr genn-febbr +32pc. Meitu (HKSE: 1357.HK - notizie) -15.pc – GIAPP yield 10anni +0.05pc. prezzi serv soc +0.8 da 0.5 – HK bil comm -56.3 da -12.3bln, export +18.2, import +25.4pc – NZ AAA stabile confermati – BRAS fid cons mar 85.3 da 81.8 – ZAR Rand -1.7pc, banche -2.0pc, tensione entro governo e min fin.

Autore: Bruno Chastonay Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online