La politica terrà ancora in ostaggio Piazza Affari?

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
^FCHI4.479,54+28,46

Partecipa all'incontro gratuito che si terrà martedì 18 Dicembre alle ore 18.00 (è necessaria solo l'iscrizione), rivolto sia a chi muove i primi passi sui mercati, sia a chi vuol migliorare i propri risultati nel trading. Pietro Origlia cercherà di spiegare come approcciare i mercati finanziari, unendo le migliori strategie operative. Il fine è quello di acquisire competenze operative e gestione del rischio, evitando di commettere gli errori più comuni. Link per iscrizione.

La prima settimana di dicembre si è conclusa con una giornata contrastata per le Borse europee che non sono riuscite a muoversi tutte nella stessa direzione. Ad avanzare ulteriormente sono stati il Ftse100 e il Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) che si sono apprezzati rispettivamente dello 0,22% e dello 0,11%, mentre il Dax30 si è mosso in direzione opposta, chiudendo le contrattazioni con un calo dello 0,22%. Ancora una volta ad avere la peggio è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) fermarsi a 15.699,22 punti, con una flessione dello 0,86%, dopo aver toccato un massimo a 15.899 e un minimo a 15.567 punti. Negativo anche il bilancio settimanale visto che nelle ultime cinque sedute l’indie delle blue chips ha ceduto lo 0,69% rispetto al close della sessione precedente. Nella prima parte della settimana l’indice ha mostrato una buona intonazione, tanto da superare la soglia dei 16.000 punti, arrivando a lambire l’area dei 16.200. Da questo livello si è avuto però un corposo ritracciamento che ha spinto le quotazioni dapprima verso i 15.850 e in seguito fino all’area dei 15.550, raggiunti nell’intraday venerdì scorso, con una chiusura a ridosso dei 15.700.

, L’incertezza politica che ha pesato nelle ultime giornate su Piazza Affari potrebbe anche continuare a condizionare il sentiment degli investitori nel brevissimo. Ritorni al di sotto dei 15.700 punti apriranno le porte ad un test dei 15.500/15.450, dove verrà chiuso un gap-up lasciato aperto prima della fine di novembre, in corrispondenza del quale si potrebbe anche assistere ad una ripresa degli acquisti. In mancanza di ciò bisognerà mettere in conto ripiegamenti più ampi verso i 15.250 prima e i 15.000 punti nella peggiore delle ipotesi. Se i corsi riusciranno a mantenersi al di sopra dei 15.500, riportandosi subito oltre i 15.700, potrebbero ambire ad un recupero verso i 15.850 e i 16.000 punti. Con il superamento di quest’ultima soglia di prezzo ci sarà spazio per un riazlo verso i 16.200, oltrepassati i quali l’indice muoverà in direzione dei 16.500 e dei 16.700 nella migliore delle ipotesi. La nostra idea è che il mercato possa aver bisogno di una fase di riflessione prima di dare vita ad una partenza convinta verso l’alto. Non ci aspettiamo in ogni caso flessioni particolarmente corpose dai livelli appena raggiunti salvo notizie particolarmente negative che dovessero arrivare dal fronte politico. Per la prima seduta della prossima settimana non si segnalano dati macro di particolare rilievo negli Stati Uniti, mentre in Europa si guarderà alla Germania dove sarà diffuso il dato sulla bilancia commerciale che ad ottobre dovrebbe mostrare un saldo positivo di 15,8 miliardi di euro, rispetto ai 16,9 della rilevazione precedente. A Piazza Affari saranno da seguire ancora i bancari che restano sotto i riflettori in relazione all’andamento dello spread dopo gli ultimi sviluppi sul fronte politico.

, L’attenzione sarà rivolta inoltre ad STM che prima dell’apertura delle contrattazioni alzerà il velo sul nuovo piano industriale.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.819,48 0,66% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.189,81 0,44% 17:50 CEST
Ftse 100 6.703,00 0,42% 17:35 CEST
Dax 9.548,68 0,05% 17:45 CEST
Dow Jones 16.524,68 0,14% 19:23 CEST
Nikkei 225 14.404,99 0,97% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati