Italia Markets open in 8 hrs 19 mins

Politiche monetarie tornano di rilevanza maggiore

Bruno Chastonay
 

Dopo il movimento creato dalle notizie sugli acquisti TBills da parte della Cina, dove si prospettava una riduzione o fine, tutto rientra, e lascia la situazione generale nel previsto, a continuare i movimenti innescati. La Cina ha praticamente smentito, e i dati delle riserve lo confermano, che non stanno disinvestendo dagli Usa. Quindi YEN recede, ASIA indici sotto tono, anche dall’aumento dei timori protezionismo entro USA-CHINA, e YIELDS tornati in calo. Sul fronte NAFTA, accordo commerciale USA-MEX-CAD, deterioramento delle relazioni, e rischio che salti. Questo ha messo PMEX, dollCAD, in difficoltà. Sul fronte dei DATI economici, serie positiva generale, da AUD, GIAPP, EU, e riconferma del traino in EU dall’economia GER. Proseguono pure i COMMENTI a sostegno generale da parte di vari elementi Governi, ECB, Banche Centrali. E con il PETROLIO in ulteriore rialzo, un sostegno per gli INDICI, con focalizzazione sulla pubblicazione degli UTILI societari.

Con queste pubblicazioni abbiamo una maggiore VOLATILITA’, in particolare su mancate aspettative. Dettaglianti, delusione per vendite natalizie, banche recedono. Con il cedimento dello YEN, dopo il recente balzo, sostegno per EURO, DOLL, GBP, da ricostruzione posizioni long, con short yen, da parte del mercato. Il FOCUS resta quindi sulle trattative NAFTA, sull’INFLAZIONE Usa e la POLITICA MONETARIA globale, la gestione NPL non performing loans in Eu-Banche, trattative BREXIT ed effetti collaterali, formazione Governo GER, gestione IMMIGRAZIONE in Eu. Tutti fattori di instabilità e di rischio. E dalla guidance della ECB di ieri, le aspettative di un cambiamento, di una riduzione degli acquisti di assets / QE, sono salite, e le attese per una conferma entro marzo. Questo ha fatto nuovamente balzare YIELDS ai massimi precedenti, e oltre, e alimentato nuovamente la forza dell’EURO, grazie anche alla serie di dati Usa negativi, sotto aspettative, a pesare sul DOLL. Bene (Londra: 0N6T.L - notizie) le commodity, petrolio, che vanno ad alimentare la forza dei titoli. Meglio oltre il mercato Eu, le BANCHE ITL, su fase di aggiustamento NPL in atto. ORO stabile, CHF in cedimento nei cross.

Dati economici

PETROLIO +1.50pc – NAT GAS +4.50 – CAFFE’ -1.0 – RAME -0.7 – COTONE +3.5pc –EU prod industr nov +1.0 e 3.2anno da 3.9pc. ECB guidance, attese per modifiche entro marzo – CH yield 10anni -0.05pc. Richemont utili e fatturato rialzo, traino da Asia – UK yield 1.30. dettaglianti vendite disappunto natale, MarkSpencer -6.2, Tesco (Swiss: TSCO.SW - notizie) -4.0. Hexagon +4.0 – GER yield 0.52. gdp 2017 2.2 da 2.4pc. consumi priv +2.0, costruz 2.6, budget +1.2pc/gdp. Export 4.7, import 5.2. Porsche vendite +4.0anno – FF yield 0.87. Altiice ulteriore -6.0pc, Sodexo -3.0, BoF gdp 4.trim +0.6pc – ITL yield 2.06. btp/bund 158. Vendite dett nov +1.1 e 1.4anno. Saipem (EUREX: 577305.EX - notizie) +3.8. TelecomIT voci esuberi 4500. STM (Shenzhen: 000892.SZ - notizie) +3.0. Cattolica Assicurazioni +9,0. Banche +1.1 – ESP yield 1.56. prod industr 4.2 da 4.4anno – DKR Pandora -13pc – USA yield 2.55. Fed Evans, attendista su rialzo tassi. Moodys rating a rischio dopo tagli tasse. Disocc sett 261k da 250k. Prezzi prod ind -0.1 e 2.6anno, core -0.1 e 2.3anno. Delta Airline prev rialzate, +3.5pc – INDIA yield in tensione da rialzo ulteriore debito – CINA inizione liquidità. PM, prev gdp 6.9pc, smentita voce riduzione acquisti Tbills – GIAPP yield 0.07pc. coincident index nov 108.6 da 106.5, leading +1.7 da 0.2. riserve stabili – AUD vendite dett nov +1.2pc – ZAR prod manifatt +0.9.

Autore: Bruno Chastonay Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online