Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.872,06
    -712,82 (-2,06%)
     
  • Nasdaq

    14.643,27
    -400,70 (-2,66%)
     
  • Nikkei 225

    30.500,05
    +176,75 (+0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,1732
    0,0000 (-0,00%)
     
  • BTC-EUR

    37.586,18
    -3.304,41 (-8,08%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.101,98
    -32,40 (-2,86%)
     
  • HANG SENG

    24.099,14
    -821,62 (-3,30%)
     
  • S&P 500

    4.339,10
    -93,89 (-2,12%)
     

Polizia sventa truffa “rip-deal” a Milano: cinque denunciati

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 4 ago. (askanews) - Ieri a Milano i poliziotti del commissariato Centro hanno sventato una truffa "rip deal" ai danni di un cittadino macedone in un locale a due passi dal Duomo e denunciato cinque pregiudicati. Lo ha riferito la questura del capoluogo lombardo, spiegando che dopo aver appreso che il giorno prima un tentativo di truffa simile non era andato a buon fine, gli agenti hanno predisposto un servizio di osservazione nei pressi di un locale in via Giuseppe Mengoni, dove la banda aveva prenotato una sala con la stessa carta di credito utilizzata il giorno prima.

Verso mezzogiorno, nel locale sono arrivate tre persone vestite in modo elegante, e la vittima del "conveniente" scambio di denaro. Due dei truffatori sono entrati con lui mentre il terzo si è fermato nei pressi di un vicino bar. Altri due complici, di origine slava, sono invece rimasti a bordo in un'utilitaria parcheggiata in via Santa Margherita, dando l'impressione di voler sorvegliare l'area circostante. I poliziotti hanno quindi deciso di intervenire scoprendo nella valigia in possesso dei due uomini che erano con la vittima, una macchina conta soldi, un borsello con 10mila euro in banconote da 200 euro, oltre ad un sacchetto in tessuto con 100.200 euro in banconote fac-simile da 200 euro suddivisi in 10 mazzette. Il complice rimasto vicino al bar, un italiano di origini libanesi, aveva invece con sé mille euro in banconote da 50.

La vittima ha spiegato ai poliziotti di essere stato contattato via mail da un intermediario che gli aveva proposto un consistente scambio di denaro, in diversa valuta, da effettuarsi tra l'Italia e la Turchia e che gli aveva dato appuntamento per ieri 3 agosto 2021 proprio in via Mengoni: secondo l'accordo lui avrebbe ricevuto, in Italia, 100mila euro in contanti in cambio di 90mila euro in valuta turca che suo figlio, in Turchia, avrebbe dovuto consegnare ad un altro intermediario.

I cinque sono stati indagati in stato di libertà per tentata truffa aggravata in concorso, e il denaro è stato sequestrato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli