Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.902,99
    +141,94 (+0,42%)
     
  • Nasdaq

    13.126,38
    +79,20 (+0,61%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • Petrolio

    89,35
    -2,74 (-2,98%)
     
  • BTC-EUR

    23.713,54
    -383,41 (-1,59%)
     
  • CMC Crypto 200

    572,41
    -18,36 (-3,11%)
     
  • Oro

    1.794,70
    -20,80 (-1,15%)
     
  • EUR/USD

    1,0162
    -0,0096 (-0,93%)
     
  • S&P 500

    4.296,74
    +16,59 (+0,39%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.789,62
    +12,81 (+0,34%)
     
  • EUR/GBP

    0,8427
    -0,0030 (-0,35%)
     
  • EUR/CHF

    0,9618
    -0,0036 (-0,38%)
     
  • EUR/CAD

    1,3114
    +0,0012 (+0,09%)
     

Pomodoro da industria, coltura in crescita a Verona e Rovigo

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 4 gen. (askanews) - Cresce la coltivazione del pomodoro da industria a Verona e Rovigo, grazie al clima che sta cambiando, con estati sempre più calde e meno piovose. Il 2021 è stato una buona annata, con consumi domestici in aumento anche sulla spinta della pandemia e prezzi abbastanza soddisfacenti, fissati per il Nord a 88 euro a tonnellata.

"Il 2021 per il pomodoro da industria è stato interessante - spiega Camillo Brena, presidente della nuova sezione di prodotto Pomodoro da industria e orticole di Confagricoltura Veneto, titolare di un'azienda a Taglio di Po - Abbiamo avuto un po' di problemi di raccolta, perché è maturato tutto assieme, e qualche grandinata. Però la qualità è stata superiore, tanto che c'è stata parecchia richiesta dall'industria. La coltura è molto interessante, tanto che si sta espandendo nel Veronese, nel Rodigino e comincia anche nel Veneziano".

La provincia di Verona, secondo i dati di Veneto Agricoltura del 2020, è la prima in Veneto per produzione del pomodoro da industria, con 970 ettari su 1.710 ettari regionali (+27% rispetto al 2019), seguita da Rovigo con circa 500 ettari (+23%). La produzione regionale è stata di circa 120.000 tonnellate (+32,6%). L'anno scorso lo sviluppo di batteriosi è stato limitato, così come gli attacchi di parassiti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli