Italia Markets closed

Popolare Bari, Bankitalia: non costretta a comprare Tercas

Fgl

Roma, 13 gen. (askanews) - La Banca d'Italia non ha costretto la Popolare di Bari ad acquistare Tercas. Lo precisa la stessa Bankitalia in un documento che contiene una serie di domande e risposte sulla crisi dell'Istituto pugliese.

"Le banche sono imprese e come tali sono trattate dalla Vigilanza, nel pieno rispetto della loro autonomia. Decisioni come quella di effettuare un'operazione di acquisizione sono di esclusiva competenza e responsabilità degli organi di vertice delle banche" scrive Bankitalia.

"Nei casi di difficoltà di un intermediario - prosegue - , qualora non sia possibile effettuare una ricapitalizzazione sul mercato o non sussistano le condizioni per un'autonoma azione di rilancio, è prassi delle autorità di vigilanza esplorare la possibilità di un acquisto da parte di altre banche, in quanto le operazioni di consolidamento possono creare sinergie e risparmi di costi, salvaguardando la continuità aziendale della banca in difficoltà e irrobustendo il sistema bancario".

"Nel caso in questione - precisa Bankitalia - nell'estate del 2013 la vigilanza ricevette una manifestazione di interesse per Tercas da parte di un'altra banca, che poi rinunciò nell'ottobre 2013. Alla fine dello stesso mese venne considerata la manifestazione di interesse dei vertici della BPB, che poi decisero di realizzare l'operazione in base a una autonoma valutazione, negoziando e ottenendo dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD) il contributo ritenuto necessario per l'acquisizione. Quest'ultimo, inizialmente stimato in 280 mln, venne successivamente portato a 330 mln in esito a una specifica due diligence e a una contrattazione tra la BPB e il FITD".