Italia markets close in 7 hours 31 minutes

Popolare Bari, De Bustis avvia azione legale contro tre giornali -2-

Cam

Roma, 20 dic. (askanews) - Con riferimento alla vicenda Tercas ed al prezzo delle azioni, la ricostruzione di Repubblica - scrive De Bustis - di oggi a firma Bonini - Foschini è falsa perché:

1) Le informative al Cda nel 2014 erano corrette e a quell'epoca il titolo aveva caratteristiche di liquidità nel mercato interno.

2) Vincenzo De Bustis non aveva partecipato ad alcuna riunione in Banca d'Italia sul tema Tercas, riunioni svolte dall'allora Presidente Marco Jacobini, dal figlio Gianluca e da alcuni dirigenti: basta controllare il registro visite di Banca d'Italia.

3) Era una banca emersa da un Commissariamento e quindi ogni anomalia avrebbe dovuto essere eliminata. Per coprire ulteriori prevedibili perdite, non appurate durante il Commissariamento e convenute tra Esponenti della Vigilanza e Responsabile Crediti di Bpb in un'apposita -necessitata- riunione, si rese necessario l'intervento per circa 300 mln del Fondo/Schema Volontario.

4) Preliminarmente all'operazione Tercas, dopo un'ispezione su Bpb da parte di Bankitalia conclusasi con giudizio parzialmente sfavorevole, il Capo della Vigilanza di Bankitalia decise di partecipare alla presentazione in Cda del rapporto ispettivo , segnalando un giudizio positivo- da tutti ascoltato e apprezzato- sulla banca popolare di Bari.

5) Il misselling delle azioni che evidentemente si verificò era nella esclusiva disponibilità del Direttore del Business, Gianluca Jacobini, come l'effettuazione - successivamente apprese - di talune operazioni "baciate".