Italia Markets closed

Popolare Bari, Decaro: serve assicurare normale operatività banca

Cos

Roma, 9 gen. (askanews) - "L'auspicio è che ci sia, in questi e nei prossimi giorni, una normale operatività della banca perché la paura è che un atteggiamento troppo severo può portare ad una situazione di incaglio cui si chiede alle aziende di rientrare immediatamente del credito". Lo ha sottolineato il sindaco di Bari, Antonio Decaro, in audizione davanti alla commissione Finanze della Camera sul decreto per la Popolare di Bari, aggiungendo che sulle "distorsioni" si esprimerà "la magistratura".

Decaro ha affermato che la Popolare di Bari "ha una valenza strategica sul territorio". Tra i clienti ha circa "100mila aziende del Sud, una presenza capillare degli sportelli e un legame forte con il territorio" e la "richiesta del territorio è quella di continuare a preservare questa banca, seppur ovviamente risanata". Decaro ha auspicato anzi che il decreto possa essere "un'occasione" per far divenire la Popolare di Bari "perno di aggregazione di altre piccole banche del sud per avere una banca nel Mezzogiorno. Perché se scompare, se l'idea è risanarla e spacchettarla, da Siena in giù rischiamo di non avere banche con sede nel Meridione".

Decaro ha sollecitato poi una norma che ampli la tutela degli azionisti della Popolare di Bari anche se la banca non è in fallimento e in liquidazione. I correntisti e gli obbligazionisti della Banca Popolare di Bari "non avranno problemi", ha detto. Mentre gli azionisti "hanno azioni che hanno un valore di mercato che è molto inferiore al valore nominale" e "c'è una norma dello Stato che salvaguarda gli azionisti quando la banca fallisce ma se non fallisce invece no", ha ricordato.

Infine, ha concluso Decaro, "auspichiamo una gestione socialmente responsabile sugli esuberi".