Possibile un recupero a Piazza Affari. Attenti alla volatilità

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
^FCHI4.431,81+26,15

La prima seduta della nuova settimana si è conclusa in rialzo per le Borse europee che, dopo aver trascorso gran parte della giornata in rosso, sono riuscite ad azzerare le perdite, virando in positivo, grazie alla spinta arrivata da Wall Street. Il Ftse100 si è apprezzato dello 0,12%, preceduto dal Dax30 e dal Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) che sono mossi praticamente di pari passo, salendo rispettivamente dello 0,17% e dello 0,18%. Di tutt’altro tenore la seduta di Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) terminare gli scambi a 15.354 punti, con una flessione del 2,2%, dopo aver toccato un massimo a 15.426 e un minimo a 15.104 punti. L’indice ha avviato gli scambi con un ampio gap-down poco sopra i 15.400, per poi scendere a testare i 15.100, da cui ha dato vita ad una reazione che ha riportato i corsi in direzione dei valori di apertura. Il mercato ha confermato il deterioramento del trend in atto, le cui avvisaglie si sono già avute nella seconda parte della scorsa settimana. Il quadro tecnico rimane fragile anche in ragione delle tensioni provocate dall’incertezza politica e questo non permette di escludere il rischio di nuove cadute nel breve. Conferme in questa direzione si avranno con la mancata riconquista di area 15.500 e con discese al di sotto dei 15.300/15.250 che apriranno la porta ad un nuovo test dei minimi odierni in area 15.100. Sotto questo livello si guarderà alla soglia psicologica dei 15.000 punti, violata la quale sarà molto probabile la chiusura del gap-up lasciato aperto in area 14.800. Ritorni al di sopra dei 15.500 punti potranno favorire recuperi in direzione dei 15.700 e se l’indice riuscirà ad avere ragione anche di questo ostacolo, potrà candidarsi ad allunghi verso i 15.850 e i 16.000 nella migliore delle ipotesi.

, Per quanto non si possa escludere dei rimbalzi, la nostra idea è che il mercato possa rimanere esposto ad un’elevata volatilità nell’immediato e questo potrebbe provocare un ritorno delle vendite anche in caso di tentativi di recupero. Per la prossima seduta sul fronte macro Usa si segnala l’indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene Usa, con riferimento alla seconda settimana di dicembre. Ancor più rilevante sarà l’aggiornamento riguardante la bilancia commerciale che ad ottobre dovrebbe mostrare un saldo negativo di 42,3 miliardi di dollari, rispetto al rosso di 41,55 miliardi della lettura precedente. In Europa si guarderà alla Germania dove in mattinata sarà diffuso l’indice zew che a dicembre dovrebbe attestarsi a -11,5 punti, rispetto all’indicazione di novembre fermatasi a -8,5 punti. Da seguire anche l’asta dei titoli di Stato in Spagna dove saranno emessi bond con scadenza a 12 e a 18 mesi, per un ammontare complessivo compreso tra i 2,5 e i 3,5 miliardi di euro. A Piazza Affari restano sotto i riflettori i titoli del settore bancario che oggi si sono resi protagonisti in negativo, per vedere se saranno capaci di avviare un primo recupero o se piuttosto saranno destinati a nuove vendite. Uno sguardo anche ai titoli del comparto petrolifero dopo che i prezzi dell’oro nero stanno risalendo la chia al di sopra degli 86 dollari al barile.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.613,30 0,37% 17 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.155,81 0,53% 17 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.625,25 0,62% 17 apr 17:35 CEST
Dax 9.409,71 0,99% 17 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.408,54 0,10% 17 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.516,27 0,68% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati