Italia markets close in 7 hours 33 minutes

Poste, continua impegno per piccoli Comuni

webinfo@adnkronos.com

Nessun ufficio postale chiuso; 3.996 impianti di videosorveglianza installati in 1.725 Comuni; 235 nuove cassette postali presenti in 2.928 enti locali; 219 uffici postali rafforzati in 211 comuni turistici. Sono alcuni dei dati, aggiornati al 9 dicembre scorso, che dimostrano l'evoluzione dell'impegno di Poste Italiane per i piccoli comuni, a partire dagli uffici aperti a sostegno della crescita e dello sviluppo dei territori. L'ufficio centrale a supporto dei piccoli Comuni, in particolare, con la mail dedicata: piccolicomuni@posteitaliane.it. Ma anche i 5.690 spot Wi-Fi, 723 nuovi Atm installati in 723 Comuni, e l'eliminazione di 671 barriere architettoniche in 642 Comuni.  

Un impegno, dunque, che continua e che si rafforza. Nell'ultimo incontro 'Sindaci d'Italia' a cui hanno partecipato 4.000 primi cittadini dei piccoli comuni l'amministratore delegato di Poste italiane, Matteo Del Fante, ha annunciato che l’azienda intende assumere ''un ruolo sempre più importante nello sviluppo dell’intero sistema Paese''. Attraverso i suoi uffici Poste può garantire una ''presenza continua e capillare, anche nelle zone meno abitate d’Italia''.  

Tra i nuovi obiettivi, Del Fante ha confermato l’attuazione dei 10 impegni assunti lo scorso anno e ne ha aggiunti altri sette. Poste Italiane organizzerà un fitto programma di iniziative di educazione finanziaria e digitale e rafforzerà il programma sulla cultura e il valore del risparmio, dedicato agli studenti con lo scopo di coinvolgere, 7.530 scuole entro il 2022, pari al 65% del totale delle scuole presenti nei piccoli comuni. 

Per andare incontro alle esigenze delle amministrazioni locali, Poste italiane intende dotare i comuni di almeno 2 Pos in comodato d’uso gratuito con commissioni di accettazione gratuita per tutte le carte di Poste italiane. In tutti i comuni senza ufficio postale l’azienda si è impegnata a installare locker nei locali messi a disposizione dai comuni che permetteranno la consegna e la resa dei pacchi, il pagamento di bollettini e servizi di pagamento.  

Inoltre verranno istallate 55 mila cassette di impostazione smart nei piccoli comuni entro il 2022. Le nuove 'cassette intelligenti' saranno in grado di verificare la presenza effettiva di corrispondenza, rileveranno dati ambientali e offriranno spazio digitale per informazioni utili. Le amministrazioni locali saranno inoltre dotate di un servizio di comunicazione multicanale di gestire in completa autonomia, via sms, posta elettronica o attraverso la corrispondenza tradizionale, comunicazioni di interesse pubblico verso i cittadini. 

Per ridurre le emissioni inquinanti Poste italiane inoltre sostituirà, entro il 2022, anche l’intero parco di 26 mila automezzi. Gli attuali veicoli saranno sostituiti con mezzi di ultima generazione a emissioni limitate: il 50% di queste vetture verrà destinato ai Piccoli Comuni. Del Fante ha anche annunciato iniziative per la valorizzazione del territorio e del suo patrimonio culturale attraverso i temi della temi della filatelia e della scrittura. Verranno coinvolti 20 dei Comuni più piccoli di ogni Regione, fino a un totale di 400 Comuni interessati entro il 2020.