Italia markets open in 4 hours 52 minutes
  • Dow Jones

    30.046,24
    +454,97 (+1,54%)
     
  • Nasdaq

    12.036,79
    +156,15 (+1,31%)
     
  • Nikkei 225

    26.581,98
    +416,39 (+1,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1909
    +0,0013 (+0,11%)
     
  • BTC-EUR

    15.897,69
    -129,28 (-0,81%)
     
  • CMC Crypto 200

    375,65
    +5,90 (+1,60%)
     
  • HANG SENG

    26.893,23
    +305,03 (+1,15%)
     
  • S&P 500

    3.635,41
    +57,82 (+1,62%)
     

Poste, Del Fante: operazione Nexive utile all'Italia e crea valore

Titta Ferraro
·1 minuto per la lettura

"L’accordo per la possibile acquisizione di Nexive è utile al Paese, crea valore e nello stesso tempo migliora la qualità del servizio di recapito". E' quanto afferma Matteo Del Fante, Amministratore Delegato di Poste Italiane, in un’intervista al TG Poste, il telegiornale dell’azienda. Oggi Poste ha annunciato di aver raggiunto un accordo preliminare per la possibile acquisizione di Nexive, operatore postale attivo in Italia con una quota di mercato di circa il 12% nella corrispondenza. “Osservando l’evoluzione del mercato postale in Italia e in Europa - asserisce l'ad di Poste - in questo momento è giusto unire le forze”. Sul possibile futuro di Nexive all’interno del Gruppo Poste Italiane, Del Fante ha precisato che, quando l’operazione sarà definitivamente autorizzata, ci saranno principalmente sinergie e risparmi dal lato dei costi. "Si tratta – ha aggiunto Del Fante – di costi che Nexive ha e che entrando nel gruppo Poste smetterà di avere accrescendo il suo valore. E, allo stesso tempo, Poste Italiane non dovrà sostenere costi che avrebbe dovuto affrontare in assenza di questa acquisizione”. Sull’economicità dell’operazione Del Fante ha spiegato: “I primi segnali dal lato del target sono positivi. Secondo le nostre valutazioni, anche ipotizzando un’armonizzazione della forza lavoro, l’operazione rispetta il criterio di economicità”. I dettagli delle sinergie tra Poste Italiane e Nexive saranno illustrati all’interno del nuovo piano industriale che sarà presentato nei primi mesi del 2021. “I calcoli ci porteranno ad avere delle sinergie con questa azienda, sinergie che riguardano anche mettere a fattor comune la combinazione delle reti che sicuramente si complementano”.