Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.252,36
    +210,77 (+1,50%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,64
    -3,86 (-1,14%)
     
  • Oro

    1.781,90
    -23,60 (-1,31%)
     
  • EUR/USD

    1,1963
    +0,0050 (+0,42%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8989
    +0,0073 (+0,82%)
     
  • EUR/CHF

    1,0816
    +0,0019 (+0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,5526
    +0,0024 (+0,16%)
     

Poste Italiane: per Corte giustizia Ue è impresa pubblica, non organismo

Daniela La Cava
·1 minuto per la lettura

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha stabilito che Poste Italiane riveste la qualità di impresa pubblica e non di organismo di diritto pubblico. In particolare, "pronunciandosi su una questione pregiudiziale rimessa dal giudice nazionale (TAR Lazio) relativa alla natura giuridica di Poste Italiane, e se la stessa dovesse essere considerata organismo di diritto pubblico ai fini dell’applicazione del Codice dei Contratti Pubblici, la Corte Ue ha concluso che è confermata la natura di impresa pubblica di Poste Italiane, trattandosi di una società che opera in condizioni normali di mercato, che mira a realizzare un profitto e sostiene le perdite risultanti dall’esercizio delle sue attività, e dunque non può essere qualificata come organismo di diritto pubblico". La Corte Ue ha così recepito la tesi di Poste Italiane.