Italia markets open in 1 hour 35 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    29.408,17
    -255,33 (-0,86%)
     
  • EUR/USD

    1,2029
    -0,0030 (-0,25%)
     
  • BTC-EUR

    40.321,96
    +1.504,84 (+3,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    971,58
    -15,07 (-1,53%)
     
  • HANG SENG

    29.060,50
    -392,07 (-1,33%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Poste: utile netto 2020 a 1,2 miliardi, dividendo di 0,486 euro

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 17 feb. (askanews) - Poste Italiane chiude il 2020 con un utile netto di 1,2 miliardi e distribuirà un dividendo di 0,486 euro per azione, in crescita del 5% rispetto all'anno prima. Lo comunica la società dopo il consiglio di amministrazione sul bilancio annuale. Nel quarto trimestre i ricavi sono stati pari a tre miliardi, in aumento dell'1,4%, ed è continuata la crescita dei ricavi dei pacchi, "che per la prima volta più che compensa il calo dei ricavi da corrispondenza".

Nel 2020, spiega la società, è stato raggiunto un "livello record di Tfa" (attività finanziarie totali) a quota 569 miliardi di euro, con una raccolta netta retail di 15 miliardi. Per la raccolta netta del risparmio postale è stato segnato un "record dal 2012".

Poste, afferma l'amministratore delegato e direttore generale Matteo Del Fante, ha ottenuto "risultati solidi nel quarto trimestre, con tutti i segmenti che hanno contribuito alla progressione della redditività operativa, gettando solide basi per la crescita futura di tutte le nostre attività".

"I volumi dei pacchi, pari a oltre 210 milioni - sottolinea l'ad - sono più che raddoppiati dal 2016 e, per la prima volta, l'aumento dei ricavi da pacchi ha più che compensato il calo dei ricavi da corrispondenza, confermando i pacchi come pilastro strategico per la sostenibilità dell'attività logistica in futuro. Il nostro rinnovato focus sul risparmio postale ci ha permesso di ottenere risultati record, con i minori deflussi dal 2012".

Durante questo "anno difficile abbiamo beneficiato appieno del nostro modello di business diversificato e rafforzato ulteriormente la fiducia dei nostri clienti, grazie al lavoro e alla dedizione dei nostri dipendenti. Nonostante il primo e più duro lockdown abbia avuto un impatto grave sull'operatività per un quarto dell'anno, la resilienza dei nostri business ha portato nel 2020 a un utile netto di 1,2 miliardi di euro".

"Abbiamo ottenuto ottimi risultati - aggiunge Del Fante - perseguendo le nostre priorità strategiche. Abbiamo semplificato il business retail e abbracciato il passaggio al digitale, in modo da poter servire i nostri clienti nel modo in cui vogliono essere serviti. Oggi più che mai Poste Italiane è considerata dagli italiani come l'istituzione di riferimento. Siamo pronti ad affrontare il futuro facendo leva sui punti di forza del nostro business e supportati dalla nostra visione strategica, che si è già dimostrata capace di anticipare i principali trend".

Glv