Italia markets closed

Prada, coronavirus interrompe crescita delle vendite

MILANO (Reuters) - La traiettoria di crescita dei ricavi di Prada, che aveva visto un'accelerazione nella seconda parte del 2019 fino a tutto il mese di gennaio, è stata interrotta dalla diffusione del Coronavirus.

Lo dice il gruppo di moda italiano in una nota sui conti annuali.

"Sebbene sia difficile prevedere l'evoluzione dell'epidemia, ci aspettiamo un impatto negativo sui risultati di quest'anno", commenta nella nota il Ceo Patrizio Bertelli che, nell'annunciare "un piano di azione per mitigarne gli effetti", parla di "un'ottima performance" all'inizio del 2020. "Tuttavia, l'epidemia di Coronavirus ha interrotto il nostro percorso di crescita", aggiunge.

Il gruppo resta comunque fiducioso di superare l'inaspettata crisi e di ripartire al termine dell'emergenza.

I ricavi sono cresciuti nel 2019 del 2,7% a cambi correnti a 3,226 miliardi di euro rispetto al +2% registrato nella prima metà dell'anno, anche se a tassi di cambio costanti l'andamento è piatto.

E' questo il secondo anno di crescita dei ricavi per il gruppo del lusso dopo tre anni di discesa, grazie a una strategia di rilancio focalizzata sul rinnovo dei negozi, sul lancio di nuovi prodotti e sul digitale.

L'Ebit è sceso del 5,3% a 306,8 milioni, appesantito dalle misure intraprese l'anno scorso di ridimensionamento della rete wholesale e di riduzione degli sconti.

"Le vendite a prezzo pieno, in crescita a doppia cifra nel secondo semestre, hanno più che compensato la forte riduzione delle vendite a saldo", dice la nota.

Gli analisti si aspettavano ricavi per 3,21 miliardi e un Ebit di 306 milioni, secondo le Smart Estimates di Refinitiv.