Italia Markets closed

Premio sviluppo sostenibile 2019: vincono città e imprese... -3-

Cos

Roma, 7 nov. (askanews) - Oltre ai tre primi premi, vincono il Premio per lo sviluppo sostenibile 2019: Green City in collaborazione con il Green City Network (in ordine alfabetico) le seguenti città.

-Città di Chieti per SM@RTEATE che riunisce in un'unica strategia di sviluppo sostenibile piani e progetti urbani adottati dall'Amministrazione Comunale.

-Città di Cosenza per una strategia di qualità ambientale del territorio e la realizzazione della Ciclopolitana, il rafforzamento del sistema ecologico con il Parco Fluviale, il progetto di navigabilità del fiume e il Parco del Benessere.

-Città di Mantova per il progetto multidisciplinare e multilivello, Mantova Hub, di rigenerazione della periferia in tale contesto il comune ha redatto le Linee guida per l'Adattamento climatico.

-Città di Palermo per il "Piano della mobilità dolce" (Piano della rete degli itinerari ciclabili) la realizzazione di itinerari d'interconnessione dei percorsi ciclabili esistenti e la definizione di nuovi itinerari in ambito urbano e verso le borgate marinare.

-Città di Parma per i risultati ambientali raggiunti, in particolare sui tassi di raccolta differenziata e avvio al riciclo e la candidatura al Green Capital Award.

-Città di Pordenone per una nuova strategia di mobilità sostenibile integrata al Piano regolatore e per il programma triennale delle opere pubbliche di riconversione anche energetica del patrimonio comunale.

-Città di Prato per l'approvazione del Piano Operativo, che assume la forma di un vero e proprio new Green Deal, che proietta la città verso le tematiche del Landascape Urbanisme, della Forestazione Urbana e dell'Economia Circolare.

-Città di Rimini per il Progetto Parco del Mare, un'infrastruttura ambientale e funzionale di 15 Km di lungomare dedicata alla qualità della vita e che riorganizza il sistema di mobilità e dei percorsi pedonali davanti alle spiagge.

-Città di Sorradile Per le politiche di adattamento ai cambiamenti climatici innovative e l'approccio metodologico pragmatico e orientato verso la scelta di operare sul versante delle azioni green e no regret.