Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.284,70
    -265,71 (-1,43%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Presidente Sib Balneari Sicilia: "In attesa di testo definitivo Governo e trarremo conseguenze"

(Adnkronos) - "Siamo in attesa di avere il testo definitivo e poi la categoria ne trarrà le giuste conseguenze. Il punto è che dopo una vita che si crea indotto, bisogna quantomeno tutelare le piccole e medie imprese evitando di distruggere un tessuto ed una esperienza che è cresciuta e maturata in decine di anni creando un indotto così grande che è quello del servizio della balneazione". Lo afferma all’Adnkronos il Presidente del Sib, sindacato italiano balneari per la Sicilia, Ignazio Ragusa.

"Se tutto questo non venisse salvaguardato - osserva Ragusa- per l’Italia sarebbe una grave perdita. Oggi tocca ai balneari, domani magari a tutte quelle attività che lavorano sul suolo pubblico". "Abbiamo sentito molti che ci hanno sostenuto - aggiunge-hanno compreso quali sono le problematiche e l’argomento, dunque, è molto conosciuto".

"Oggi, in sostanza - evidenzia Ragusa- si parla di una scelta. Non si può pretendere che il governo cada sulla problematica dei balneari anche se, a quanto pare - prosegue provocatoriamente Ragusa- e’ una questione talmente importante da essere discussa, di meritare la stessa attenzione che merita la guerra in Ucraina". "Diciamo -conclude il presidente regionale del Sib- che non appena si sapranno quali sono i risultati dell’assetto che vuole dare il governo, la categoria trarrà le conseguenze e si comporterà secondo quello che la base indicherà. Ancora è presto per dirlo...".

(di Francesco Bianco)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli