Italia Markets close in 6 hrs 12 mins

Previsioni giornaliere fondamentali del prezzo del petrolio – La decisione della Russia sui tagli alla produzione sarà un evento che smuoverà il mercato

James Hyerczyk

I futures sul petrolio greggio Brent e U.S. West Texas Intermediate sono in calo lunedì poco prima dell’apertura regolare della sessione. I commercianti affermano che l’impatto del coronavirus sulla domanda di petrolio della Cina e il ritardo della Russia nel prendere decisioni su ulteriori tagli alla produzione inizialmente migliorati la scorsa settimana dall’OPEC e dai suoi altri alleati, stanno pesando sui prezzi.

Alle 10:27 GMT, i futures sul greggio WTI di marzo vengono scambiati a $ 49,95, in calo di $ 0,37 o -0,72% e il greggio di aprile del Brent è a $ 54,08, in calo di $ 0,39 o -0,72%.

Aggiornamento del taglio di produzione

Un pannello tecnico dell’OPEC, non OPEC, ha raccomandato di estendere un attuale patto di taglio della fornitura di petrolio fino alla fine del 2020 e ulteriori riduzioni della produzione a causa dell’impatto del coronavirus sulla domanda di petrolio, ha affermato il ministro del petrolio algerino.

Mohamed Arkab, che detiene attualmente la prudenza dell’Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (OPEC), ha anche affermato che il Comitato tecnico congiunto OPEC +, noto come JTC, ha raccomandato che “venga effettuata un’ulteriore riduzione della produzione fino alla fine del secondo trimestre 2020 ”.

“L’epidemia di coronavirus ha un impatto negativo sulle attività economiche, in particolare sui trasporti, sul turismo e sull’industria, in particolare in Cina, e sempre più nella regione asiatica e gradualmente nel mondo”, ha detto Arkab.

Previsioni giornaliere

Il greggio WTI e Brent avrà difficoltà a riprendersi fintanto che la Russia ostacolerà l’incremento della produzione.

I prezzi sono stati aumentati giovedì scorso dopo che un comitato tecnico che ha fornito consulenza all’OPEC e ai suoi alleati guidati dalla Russia, noto come OPEC +, ha concordato di raccomandare un ulteriore taglio provvisorio della produzione di petrolio di 600.000 barili al giorno (bpd). Se adottato in una futura riunione dell’OPEC +, la dimensione totale del freno di uscita del gruppo aumenterebbe a 2,3 milioni di barili al giorno. Tuttavia, la Russia ha ucciso la manifestazione quando i funzionari hanno dichiarato di aver bisogno di più tempo per prendere in considerazione l’adozione della nuova politica.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha dichiarato giovedì che Mosca ha sostenuto la cooperazione con altri produttori, in osservazioni che inizialmente sembravano aumentare i prezzi. Tuttavia, il ministro dell’Energia Alexander Novak ha affermato venerdì che la Russia ha bisogno di alcuni giorni per analizzare il mercato petrolifero e chiarirebbe la sua posizione sui tagli più profondi la prossima settimana. Ciò ha limitato i guadagni e ha abbassato i prezzi, con una mossa che si è estesa al rally di lunedì.

Nel prendere la sua decisione di aspettare, Novak ha anche affermato che la produzione di petrolio degli Stati Uniti non si stava espandendo più velocemente di prima.

“La crescita sta rallentando negli Stati Uniti. Sono stati 1,3 milioni di bpd l’anno scorso… Quest’anno, prevediamo meno di 1 milione “, ha detto. “La crescita della produzione di petrolio sta rallentando a causa della riduzione dei prezzi”.

Non sappiamo con certezza quando la Russia prenderà la sua decisione, ma dovrebbe essere un evento in movimento sul mercato. Se la Russia decide di andare d’accordo con i tagli alla produzione, cerca un raduno a copertura breve. Se la Russia dovesse rinunciare ai tagli, i prezzi potrebbero precipitare ai minimi pluriennali.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: