Italia Markets closed

Previsioni giornaliere fondamentali del prezzo dell’oro – Pressioni dal calo della domanda di rifugio sicuro tra ottimismo commerciale

James Hyerczyk

Giovedì l’oro è scambiato in ribasso, sotto la spinta di un forte aumento dei rendimenti del Tesoro USA e di una maggiore domanda di attività rischiose. Un dollaro USA più debole sta contribuendo a rallentare la pressione di vendita. Il catalizzatore dietro l’azione dei prezzi è il rinnovato ottimismo sulle relazioni commerciali tra Stati Uniti e Cina, in quanto notizie positive su tariffe più basse compensano le preoccupazioni al di sopra dei tempi e dell’ubicazione della firma di un potenziale accordo commerciale.

Alle 11:54 GMT, l’oro Comex di Dicembre è scambiato a 1484,60, in calo di $ 8,60 o -0,58%.

Mercoledì l’oro è salito più in alto dopo che un alto funzionario dell’amministrazione Trump ha detto a Reuters che un incontro tra leader statunitensi e cinesi per firmare un accordo commerciale interinale che potrebbe essere ritardato fino a dicembre mentre le discussioni continuano sui termini e sul luogo.

Tuttavia, questi lievi guadagni sono stati compensati all’inizio di giovedì quando il Ministero del Commercio cinese ha dichiarato che Pechino aveva concordato con Washington di alzare le tariffe commerciali esistenti tra i due centri economici in più fasi.

Gao Feng, portavoce del ministero del Commercio cinese, ha affermato che entrambe le parti hanno concordato di cancellare contemporaneamente alcune tariffe esistenti sulle merci reciproche, secondo l’emittente Statale del Paese.

Il portavoce del ministero ha affermato che entrambe le parti erano più vicine a un cosiddetto accordo commerciale di “fase uno” a seguito di negoziati costruttivi nelle ultime due settimane.

Una condizione importante per un accordo commerciale limitato, ha insistito Feng, era che gli Stati Uniti e la Cina dovevano rimuovere la stessa quantità di tasse contemporaneamente.

Ulteriore aggiunta alla pressione sull’oro è l’ammorbidimento del tono verso tagli aggressivi dei tassi da parte delle principali banche centrali. La scorsa settimana, la Federal Reserve ha tagliato i tassi come previsto, ma poi ha segnalato che si sarebbe fermata su ulteriori tagli ai tassi. La Banca del Giappone ha seguito poco dopo mantenendo stabile la politica. Martedì, la Reserve Bank of Australia ha lasciato invariato il suo tasso di interesse di riferimento, pur non segnalando ulteriori tagli e prima di oggi, la Bank of England ha mantenuto i tassi di interesse fermi in vista delle elezioni anticipate del mese prossimo.

Poiché detenere oro non paga interessi o dividendi, tassi di interesse più bassi tendono a renderlo un’attività più desiderabile.

Previsioni giornaliere

L’oro sarà probabilmente sotto pressione giovedì finché i rendimenti del Tesoro continueranno ad aumentare e la domanda si rafforzerà per attività a rischio più elevato.

Sul fronte dei dati, gli operatori avranno l’opportunità di reagire alle richieste di disoccupazione settimanali, che dovrebbero arrivare a 215.000, in leggero calo rispetto ai 218.000 della settimana scorsa. È inoltre prevista una relazione minore sul credito al consumo. L’asta di 30 anni di oggi dovrebbe mostrare un rendimento del 2,17 per cento. L’oro potrebbe avvertire una pressione aggiuntiva più tardi oggi se il rendimento dell’asta obbligazionaria dovesse superare le previsioni.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: