Italia Markets closed

Previsioni giornaliere fondamentali del prezzo del petrolio – I prezzi aumentano mentre i commercianti scrollano di dosso le preoccupazioni commerciali, maggiore produzione Saudita

James Hyerczyk

I futures sul greggio intermedio e internazionale di riferimento del Brent negli Stati Uniti del Texas occidentale sono scambiati in rialzo martedì, rimbalzando dalla debolezza della prima sessione causata dall’incertezza sull’andamento dei colloqui commerciali tra Stati Uniti e Cina e nuove preoccupazioni sull’eccesso di offerta. L’inversione di tendenza nel mercato potrebbe essere stata alimentata dall’ottimismo in vista di un discorso del presidente Trump all’Economic Club di New York.

Alle 11:04 GMT, il greggio WTI di dicembre negozia $ 57,22, in rialzo di $ 0,36 o +0,63% e il greggio di gennaio Brent è a $ 62,64, in rialzo di $ 0,46 o +0,74%.

Preoccupazioni commerciali pesano sulla domanda

La CNBC ha affermato che le preoccupazioni per l’impatto sulla domanda di petrolio derivante dalla ricaduta della guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti di 16 mesi, che ha pesato sulla crescita economica globale, sono tornate dopo che i dubbi erano stati espressi sulle possibilità di un cosiddetto accordo di fase uno.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha detto sabato che i colloqui con la Cina si stanno muovendo “molto bene”, ma gli Stati Uniti farebbero un accordo solo se fosse quello giusto per Washington. Ha anche detto che ci sono state segnalazioni errate sulla volontà degli Stati Uniti di ripristinare le tariffe.

La scorsa settimana, i commercianti erano preoccupati per quando e dove sarebbe stato firmato un accordo commerciale dopo che il Cile avesse cancellato una conferenza commerciale mondiale e gli Stati Uniti e la Cina non potevano concordare una sede di firma commerciale, spingendo un potenziale accordo a dicembre. Tuttavia, è passata più di una settimana da quando è stata menzionata una data di firma. Ciò sta portando alcuni investitori a credere che l’accordo potrebbe non essere firmato fino all’inizio del 2020.

Preoccupazioni dal lato dell’offerta rinnovata

L’Arabia Saudita ha aumentato la sua produzione di petrolio a ottobre a 10,3 milioni di barili al giorno (bpd), sebbene abbia mantenuto le sue forniture ai mercati petroliferi al di sotto del suo obiettivo di produzione dell’OPEC.

In un altro sviluppo potenzialmente ribassista, l’OPEC e i suoi alleati probabilmente estenderanno un accordo per limitare l’offerta di greggio ma è improbabile che approfondisca i loro tagli, ha detto il ministro dell’energia dell’Oman.

Previsioni giornaliere

Gli operatori terranno d’occhio gli sviluppi di nuovi accordi commerciali poiché ciò potrebbe innescare una reazione instabile sul mercato.

Martedì non ci sarà nessun rapporto sull’offerta dell’American Petroleum Institute (API) a causa delle festività federali statunitensi di lunedì. Il rapporto verrà pubblicato mercoledì con la US Energy Information Administration (EIA) che emetterà i numeri di fornitura giovedì.

Lunedì, i dati statunitensi hanno mostrato che gli inventari grezzi presso l’hub di consegna Cushing, in Oklahoma per WTI, sono scesi di circa 1,2 milioni di barili nell’ultima settimana dell’8 novembre, hanno detto gli operatori, citando la società di intelligence di mercato Genscape.

Questo è uno sviluppo importante perché gli inventari di Cushing sono cresciuti per cinque settimane consecutive fino al 1 ° novembre, secondo i dati del governo.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: