Italia markets open in 1 hour 52 minutes
  • Dow Jones

    26.519,95
    -943,24 (-3,43%)
     
  • Nasdaq

    11.004,87
    -426,48 (-3,73%)
     
  • Nikkei 225

    23.319,11
    -99,40 (-0,42%)
     
  • EUR/USD

    1,1758
    +0,0008 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    11.303,14
    +32,43 (+0,29%)
     
  • CMC Crypto 200

    262,94
    -9,75 (-3,57%)
     
  • HANG SENG

    24.564,49
    -144,31 (-0,58%)
     
  • S&P 500

    3.271,03
    -119,65 (-3,53%)
     

Previsioni giornaliere fondamentali sul prezzo del petrolio – Vulnerabile all’aumento dell’offerta, distruzione della domanda per COVID-19

James Hyerczyk
·4 minuti per la lettura

Mercoledì i futures sul petrolio greggio U.S. West Texas Intermediate e di riferimento internazionale Brent sono in calo a causa delle preoccupazioni che la domanda di carburante continuerà a vacillare poiché l’aumento dei casi di coronavirus in Europa e negli Stati Uniti, il più grande consumatore di petrolio del mondo, potrebbe ostacolare la crescita economica. La questione della domanda è stata sollevata anche dai commenti del rapporto mensile dell’OPEC.

Alle 05:41 GMT, i futures sul petrolio greggio WTI di dicembre vengono scambiati a $ 40,33, in calo di $ 0,16 o -0,40% e il petrolio greggio di dicembre Brent è a $ 42,31, in calo di $ 0,14 o + 0,33%.

L’aumento dei casi di coronavirus in Europa solleva preoccupazioni per la domanda

Secondo i rapporti, è probabile che l’Europa e il Regno Unito impongano nuove restrizioni all’attività economica per combattere una seconda ondata di infezioni da coronavirus.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha detto martedì di essere preoccupato per l’aumento dei casi di coronavirus in Europa.

“Sto osservando con grande preoccupazione il rinnovato aumento del numero di infezioni in quasi ogni parte d’Europa. E devo dire che la situazione continua ad essere grave “, ha detto la Merkel durante un dibattito sulla presidenza tedesca dell’Unione europea al Comitato delle regioni del blocco.

“Non dobbiamo buttare via ciò che abbiamo ottenuto tramite restrizioni negli ultimi mesi. Queste restrizioni non sono state facili per nessuno di noi “, ha aggiunto. Molti hanno perso la vita. E questo rende ancora più importante assicurarci che non sia necessario un ulteriore blocco”.

L’OPEC taglia di nuovo le previsioni della domanda di petrolio per il 2021 con l’aumento dei casi di virus

La domanda mondiale di petrolio rimbalzerà più lentamente nel 2021 di quanto si pensasse in precedenza con l’aumento dei casi di coronavirus, ha detto l’OPEC martedì, aggiungendosi ai venti contrari affrontati dal gruppo e dai suoi alleati nel bilanciare il mercato.

La domanda aumenterà di 6,54 milioni di barili al giorno (bpd) il prossimo anno a 96,84 milioni di bpd, ha affermato in un rapporto mensile l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio. La previsione di crescita è di 80.000 bpd in meno di quanto previsto un mese fa.

Un ulteriore indebolimento della domanda potrebbe minacciare i piani dell’OPEC e degli alleati di ridurre nel 2021 i tagli record della produzione effettuati quest’anno. L’OPEC sta tenendo d’occhio la situazione, ma attualmente non ha in programma di annullare l’aumento dell’offerta.

“Riteniamo che questo sia il volume calcolato per soddisfare la domanda che torna”, ha detto martedì il ministro dell’Energia degli Emirati Arabi Uniti Suhail al-Mazrouei all’Energy Intelligence Forum, riferendosi all’aumento della produzione del 2021.

“Mentre la ripresa del 3Q20 in alcune economie è stata impressionante, la tendenza a breve termine rimane fragile, in mezzo a una serie di incertezze in corso, in particolare la traiettoria a breve termine di COVID-19”, afferma il rapporto dell’OPEC sulle prospettive economiche.

“Poiché questa incertezza si profila grande, in mezzo a un forte aumento globale delle infezioni, non si prevede che il considerevole recupero in 3A20 continuerà nel 4Q20 e nel 2021”.

Previsioni giornaliere

In altre notizie di martedì che potrebbero potenzialmente pesare sui prezzi nel breve termine, l’OPEC + ha deciso di attenersi ai loro piani per ridurre i tagli alla produzione di petrolio da gennaio, ha detto Suhail al-Mazrouei.

Combina questa notizia con la diffusione del coronavirus e i fondamentali suggeriscono che il petrolio greggio è vulnerabile al ribasso.

Le scorte di petrolio greggio statunitensi sono diminuite la scorsa settimana, mentre le scorte di distillati probabilmente sono diminuite per la quarta settimana, secondo un sondaggio preliminare di Reuters martedì.

Il sondaggio è stato condotto prima dei rapporti dell’American Petroleum Institute (API) e dell’Energy Information Administration. Entrambe le segnalazioni sono state ritardate di un giorno a causa della festività del Columbus Day di lunedì negli Stati Uniti.

Alle 20:30 GMT, i trader avranno l’opportunità di reagire al rapporto API.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: