Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,69 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,68 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,58 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    51.288,09
    -688,59 (-1,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1020
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Previsioni per il prezzo EUR/USD – L’Euro continua a scendere

Christopher Lewis
·1 minuto per la lettura

L ‘Euro continua a soffrire un po’ per mano del rendimento a 10 anni in America che continua a salire. Finché sarà così, si dovrebbe pensare che probabilmente assisteremo più facilmente a pressioni di vendita piuttosto che a un’improvvisa ondata di acquisti. Dopotutto, abbiamo già cancellato i guadagni dopo la conferenza stampa di Jerome Powell, il che significa che molto probabilmente andremo a guardare verso l’EMA a 200 giorni con abbastanza tempo. Se i rendimenti in America continueranno a salire, quasi certamente sarà un dato di fatto.

Video EUR/USD 22.03.21

Se scendiamo al di sotto dell’EMA a 200 giorni, si crea la possibilità di un movimento verso il livello di 1,16, che è una delle principali regioni di supporto. Per questo motivo, penso che sia solo una questione di tempo prima di vedere gli acquirenti tornare in quella regione semplicemente per il valore.

D’altra parte, se ci voltiamo e ci riprendiamo, non è fino a quando non superiamo l’area di 1,20 che sarei fiducioso che potremo voltarci e continuare ad andare più in alto. Francamente, questa instabile volatilità ha molto senso se si presta attenzione ai rendimenti delle obbligazioni negli Stati Uniti, così come la situazione nell’Unione europea, con i lockdown e, più recentemente, con la Francia che si blocca. Penso che a questo punto l’euro sia probabilmente più nei guai di quanto la maggior parte delle persone creda, e potremmo aver visto un minimo nel dollaro USA. Resta da vedere, ma sto iniziando a convincermi di questo.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: