Italia markets open in 4 hours 57 minutes
  • Dow Jones

    34.269,16
    -473,66 (-1,36%)
     
  • Nasdaq

    13.389,43
    -12,43 (-0,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.464,67
    -143,92 (-0,50%)
     
  • EUR/USD

    1,2139
    -0,0013 (-0,11%)
     
  • BTC-EUR

    47.024,29
    +939,80 (+2,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.537,23
    +1.294,56 (+533,44%)
     
  • HANG SENG

    28.029,90
    +16,09 (+0,06%)
     
  • S&P 500

    4.152,10
    -36,33 (-0,87%)
     

Previsioni Petrolio e Gas Naturale: Wti Guarda ai 65 Dollari, Gas Verso la Nuova Resistenza

Alberto Ferrante
·2 minuto per la lettura

Il prezzo del petrolio greggio è tornato in netto rialzo nelle ultime sedute, con il Wti che ieri sera sfiorava un +5% e il Brent intorno al +4,5%.

Ad agevolare il nuovo rimbalzo del petrolio greggio è stato il report statunitense che ha mostrato scorte in netto calo. A ciò si è aggiunto un ritocco dell’OPEC+ sulle stime della ripresa della domanda, attese in lieve miglioramento, e l’aggiornamento dell’American Petroleum Institute sugli inventari negli USA.

In netto rialzo anche il gas naturale, che ha superato una resistenza critica di 2,6 dollari.

Previsioni giornaliere per il prezzo del petrolio e del gas naturale

Il prezzo del petrolio greggio si è dunque consolidato nelle ultime ore e potrebbe adesso muoversi ancora in rialzo fino a raggiungere (entro la chiusura settimanale) un nuovo target di resistenza rappresentato dai 65 dollari al barile per il Wti e da 70 dollari al barile per il Brent.

Con riferimento al Wti, il livello critico da monitorare è quello dei 63 dollari al barile, una resistenza già superata nella giornata di ieri e che rappresenta uno spartiacque per il texano, attualmente scambiato a 63,08 dollari. Un drastico calo sotto questo livello di prezzo potrebbe infatti avviare una retromarcia per il Wti, mentre il supporto per il Brent è rappresentato dai 65 dollari al barile.

Il gas naturale ha invece superato i 2,6 dollari grazie a previsioni meteo che indicano un ritorno a temperature più rigide nelle prossime giornate. Tuttavia, gli ultimi dati presentati dagli USA evidenziano un calo della domanda, ad eccezione del GNL, che potrebbe minacciare la tendenza rialzista. In questo caso, il supporto è rappresentato dal livello di 2,5 dollari al barile, ma non è escluso quest’oggi un consolidamento sopra i 2,6 dollari prima di un nuovo tentativo verso il livello di resistenza a 2,75 dollari.

Il Calendario Economico della settimana

La settimana dei mercati continua oggi con gli indici IPC nei principali Paesi europei, Italia, Francia e Germania inclusi, e del consueto aggiornamento statunitense sulle richieste di sussidi di disoccupazione, che giungerà contestualmente alle vendite al dettaglio.

Nel pomeriggio italiano, sempre dagli Stati Uniti si attendono anche la produzione industriale, la produzione manifatturiera e le scorte di gas naturale.

Infine, domani si conosceranno il PIL trimestrale e la produzione industriale cinese, oltre alle vendite al dettaglio e al tasso di disoccupazione.

Ci sarà poi spazio per i dati sulle immatricolazioni di automobili in Europa e per il saldo della bilancia commerciale italiana e a livello europeo.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: