Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.823,50
    -761,38 (-2,20%)
     
  • Nasdaq

    14.650,78
    -393,19 (-2,61%)
     
  • Nikkei 225

    30.500,05
    +176,75 (+0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,1729
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • BTC-EUR

    37.605,01
    -3.146,70 (-7,72%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.102,03
    -32,35 (-2,85%)
     
  • HANG SENG

    24.099,14
    -821,62 (-3,30%)
     
  • S&P 500

    4.335,90
    -97,09 (-2,19%)
     

Previsioni petrolio – Preoccupazioni legate alla situazione COVID

·2 minuto per la lettura

I futures sul petrolio greggio US West Texas Intermediate e di riferimento internazionale Brent sono scambiati invariati venerdì, mentre sulla buona strada per la fine della settimana non sono cambiati dopo una sorprendente ripresa dallo scivolone di lunedì, sostenuta dalle aspettative che l’offerta rimarrà ridotta mentre la domanda riprende.

Il prezzo del petrolio e di altri asset più rischiosi è crollato all’inizio della settimana a causa della preoccupazione per l’impatto sull’economia e sulla domanda di greggio dei casi in aumento della variante Delta del COVID-19 negli Stati Uniti, in Gran Bretagna, in Giappone e altrove.

Alle 12:17 GMT, il greggio WTI di settembre viene scambiato a $ 71,75, in calo di $ 0,16 o -0,22%.Il greggio Brent di settembre è a 73,60 dollari, in calo di 0,19 dollari o -0,26%.

Lunedì il greggio WTI e Brent è precipitato di oltre il 7%, ma ha recuperato tutte queste perdite, con gli investitori che si aspettano che la domanda rimanga forte e che il mercato riceva sostegno dal calo delle scorte di petrolio e dall’aumento dei tassi di vaccinazione.

Si prevede che la crescita della domanda supererà l’offerta dopo l’accordo di domenica tra l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) e gli alleati, noti collettivamente come OPEC +, per aggiungere 400.000 barili al giorno (bpd) ogni mese da agosto.

Gli analisti di ANZ Research hanno affermato in un rapporto che il mercato stava iniziando a percepire che l’aumento di 400.000 barili al giorno non sarebbe stato sufficiente per mantenere il mercato equilibrato e le scorte negli Stati Uniti e nei paesi dell’OCSE continuerebbero a diminuire.

Nel frattempo, le scorte di greggio statunitensi sono aumentate di 2,1 milioni di barili la scorsa settimana, ma le scorte al punto di consegna di Cushing, in Oklahoma, per il greggio statunitense hanno toccato il minimo da gennaio 2020.

Previsioni giornaliere

I mercati potrebbero aver recuperato le perdite precedenti di questa settimana, ma hanno ripercorso solo circa il 62% della rottura dal massimo del 6 luglio al minimo del 20 luglio.

Quei trader che hanno acquistato petrolio greggio il 20 luglio quando era scambiato in una zona di valore hanno un vantaggio. Quelli che iniziano a comprare ora stanno entrando quasi allo stesso prezzo a cui il mercato era scambiato venerdì scorso.

I primi acquirenti hanno acquistato petrolio a basso costo, i secondi hanno a che fare con le stesse preoccupazioni relative al COVID e l’aumento dell’offerta ad agosto era presente la scorsa settimana. A meno che gli investitori non siano disposti a comprare forza di fronte a una distruzione sconosciuta della domanda, è probabile che assisteremo a un’operazione in rialzo fino a quando il problema della distruzione della domanda non peggiora o si risolve.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli