Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,71 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,85 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,22
    -0,28 (-0,42%)
     
  • BTC-EUR

    43.353,20
    -4.292,31 (-9,01%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • Oro

    1.782,10
    +21,40 (+1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1317
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8550
    +0,0056 (+0,66%)
     
  • EUR/CHF

    1,0378
    -0,0019 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4528
    +0,0056 (+0,39%)
     

Previsioni Petrolio WTI: dopo l’Aumento delle Scorte Statunitensi il Ritracciamento Diventa più Concreto?

·2 minuto per la lettura

Il prezzo del Petrolio WTI nella giornata di ieri ha chiuso con un deciso ribasso chiudendo la seduta con una perdita del 2,35%. L’ennesimo riavvio dei colloqui tra l’Unione europea e l’Iran ha messo sotto pressione il prezzo del WTI poiché gli investitori hanno constatato il potenziale per un’eventuale maggiore offerta sui mercati. A novembre dovrebbero riiniziare I negoziati, anche se non figura una data precisa. Questo potrebbe fornire agli Stati Uniti un motivo per rimuovere le sanzioni sull’Iran, le quali ne hanno limitato la capacità di vendere il proprio petrolio sui mercati globali.

È ben evidente la pressione politica aumentata negli ultimi mesi causata causa dell’aumento dei prezzi del petrolio e dell’energia in generale ed è ben risaputa che la capacità economica dell’Iran è stata molto limitata e la rimozione delle suddette sanzioni consentirebbe alla nazione di trarre vantaggio dagli attuali prezzi di mercato del petrolio.

Previsioni Petrolio WTI: inizio di ritracciamento oppure trappola per orsi?

Nella giornata di mercoledì l’ultimo rapporto dell’inventario sulle scorte di greggio degli Stati Uniti ha creato i presupposti per un forte ribasso del prezzo del Petrolio WTI. L’Energy Information Administration (EIA) ha riportato un aumento di 4,3 milioni di barili per la settimana terminata il 22 ottobre, più del doppio della stima degli analisti di consenso e quasi 5 milioni di barili in più rispetto alla settimana precedente.

Sembrava che iniziasse un forte ritracciamento nella prima parte di questa giornata ma la sessione americana ha cambiato tutte le carte in tavola. Il colpevole è il future del dollaro americano.

Una brutta caduta per il future DXY (-0,50%) che ha contaminato l’intero comparto valutario e delle commodities dove per quanto riguarda quest’ultimo, quest’aggiornamento rafforza le previsioni rialziste sul Petrolio WTI.

Analisi Tecno-Grafica e previsioni Petrolio WTI

Come anticipato, la sessione americana sembra che abbia cambiato le sorti per il futuro andamento di breve termine del Greggio.

Dato il repentino cambio di view, è saggio attendere la chiusura della settimana odierna per avere le idee più chiare così da procedere per impostare operazioni a favore del trend di fondo rialzista.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli