Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,69 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,68 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,58 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    51.165,56
    -634,14 (-1,22%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1020
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Previsioni prezzo del petrolio: Calo della domanda in Europa

James Hyerczyk
·2 minuto per la lettura

I futures del petrolio greggio U.S. West Texas Intermediate e di riferimento internazionale Brent stanno calando a causa delle rinnovate preoccupazioni sull’aumento dell’offerta degli Stati Uniti e delle nuove preoccupazioni sulla domanda soprattutto in Europa dopo che paesi come Germania e Francia hanno sospeso le vaccinazioni COVID-19.

I trader stanno anche monitorando l’aumento del dollaro USA, che tende a pesare sulla domanda estera di petrolio greggio denominato in dollari. Infine, anche il nervosismo generale in vista dell’inizio della riunione di due giorni della Fed potrebbe limitare i guadagni.

Alle 11:51 GMT, il greggio WTI di maggio viene scambiato a $ 64,54, in calo di $ 0,90 o -1,38% e il petrolio greggio Brent di giugno è a $ 67,46, in calo di $ 0,87 o -1,27%.

L’aumento delle scorte degli Stati Uniti mette a dura prova i prezzi

L’ American Petroleum Institute (API) annuncia i suoi inventari settimanali alle 20:30 più tardi oggi e la US Energy Information Administration (EIA) riporta mercoledì, ma i commercianti stanno già anticipando un aumento delle scorte statunitensi a causa del congelamento artico del mese scorso in Texas che si è fermato operazioni di raffinazione nell’area che hanno richiesto più tempo del previsto per raggiungere la piena operatività.

“La direzione a breve termine sarà stabilita dai rapporti settimanali sulle scorte statunitensi”, hanno detto gli analisti di PVM in una nota, aggiungendo che la forza del dollaro rispetto ad altre valute sta pesando sui prezzi del petrolio.

Nuovi rischi per la ripresa della domanda

Reuters riferisce che Germania, Francia e Italia intendono sospendere le iniezioni di AstraZeneca COVID-19 dopo segnalazioni di possibili effetti collaterali gravi, sebbene l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) abbia affermato che non esiste un collegamento stabilito con il vaccino.

La sospensione del vaccino potrebbe ritardare la ripresa economica dalla pandemia in una delle zone più colpite.

Previsioni giornaliere

Mentre le aspettative di domanda più lenta in Europa potrebbero pesare sui prezzi questa settimana, tieni presente che l’OPEC ei suoi alleati hanno citato questa possibilità come una delle ragioni per mantenere i suoi tagli alla produzione ai livelli attuali.

Il mercato potrebbe mostrare una certa debolezza a breve termine alle rinnovate preoccupazioni sulla domanda, ma la tendenza a lungo termine continuerà ad essere sostenuta dall’OPEC+.

Nel frattempo, il rapporto API di oggi dovrebbe mostrare un aumento delle scorte statunitensi, anche se non si prevede che sarà grande quanto i 12,79 milioni di barili della scorsa settimana.

I commercianti dovrebbero anche prestare maggiore attenzione ai numeri delle scorte di benzina e distillati poiché potrebbero abbassarsi abbastanza da compensare qualsiasi potenziale reazione ribassista a un aumento delle scorte di greggio.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: