Italia markets close in 2 hours 29 minutes
  • FTSE MIB

    25.733,55
    -3,20 (-0,01%)
     
  • Dow Jones

    34.299,33
    -94,42 (-0,27%)
     
  • Nasdaq

    14.072,86
    -101,29 (-0,71%)
     
  • Nikkei 225

    29.291,01
    -150,29 (-0,51%)
     
  • Petrolio

    72,28
    +0,16 (+0,22%)
     
  • BTC-EUR

    32.240,62
    -1.351,30 (-4,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    969,91
    -40,70 (-4,03%)
     
  • Oro

    1.857,50
    +1,10 (+0,06%)
     
  • EUR/USD

    1,2126
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • S&P 500

    4.246,59
    -8,56 (-0,20%)
     
  • HANG SENG

    28.436,84
    -201,69 (-0,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.147,62
    +4,10 (+0,10%)
     
  • EUR/GBP

    0,8587
    -0,0025 (-0,29%)
     
  • EUR/CHF

    1,0898
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4765
    -0,0010 (-0,07%)
     

Previsioni Prezzo Oro: l’Inflazione USA può Stimolare il Trend Rialzista, ma Attenzione alla Fed

·2 minuto per la lettura

Il prezzo dell’oro si è mostrato ancora poco mosso nella giornata di ieri, restando sotto il livello di 1830 dollari l’oncia.

Nella fine della serata di ieri, l’oro si è riportato in lieve rialzo dopo una sessione povera di spunti, grazie a una contrazione dei rendimenti dei decennali e dell’indice del dollaro USA in seguito all’update settimanale sulle richieste di sussidi di disoccupazione, scese al minimo di 14 mesi.

I movimenti di prezzo prevedibili per questa chiusura settimanale non dovrebbero comunque allontanarsi dalle soglie di supporto e resistenza poste, rispettivamente, a 1800 e 1850 dollari l’oncia.

Previsioni giornaliere sul prezzo dell’oro

Solitamente, elevati livelli di inflazione spingono al rialzo l’oro. Con l’inflazione galoppante a causa dell’impennata dei consumi dei privati negli Stati Uniti, il prezzo dell’oro potrebbe dunque vivere una nuova fase di crescita, ma attualmente il solido livello di resistenza a 1850 dollari sta limitando i rialzi.

Intorno a questo livello di prezzo, precisamente tra i 1845 e i 1855 dollari l’oncia, si trova anche la media mobile a 200 giorni.

Molto coriaceo anche il supporto posto a 1800 dollari, che coincide anche con la media a 100 giorni.

Come già accennato, per la chiusura settimanale si prevede che il prezzo resti incastrato ancora tra questi due valori chiave. Estendendo l’analisi anche alla prossima settimana, un superamento del livello di 1850 dollari potrebbe spingere il metallo prezioso verso la soglia di resistenza intermedia di 1879,31 dollari.

Al ribasso, invece, se si dovesse infrangere il supporto di 1800 dollari, il prezzo potrebbe ritestare il target intermedio di 1775 dollari. Tuttavia, non è saggio ipotizzare che l’oro riesca a spingersi sotto questo valore nei prossimi giorni.

Il contesto attuale e tutti i dati fondamentali lasciano infatti presumere un consolidamento o un rialzo nel breve periodo, in attesa della risposta della Fed all’inflazione USA, che rappresenterebbe il solo evento in grado di invertire nell’immediato il trend dell’oro.

Il calendario economico della Settimana

Dopo una settimana non particolarmente ricca di dati macroeconomici, che ha comunque offerto qualche sorpresa a causa dell’andamento del dollaro USA, oggi si termina con il tasso di disoccupazione in Francia, le vendite al dettaglio e la produzione industriale negli Stati Uniti d’America.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: