Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.709,56
    -254,37 (-0,98%)
     
  • Dow Jones

    34.584,88
    -166,44 (-0,48%)
     
  • Nasdaq

    15.043,97
    -137,96 (-0,91%)
     
  • Nikkei 225

    30.500,05
    +176,71 (+0,58%)
     
  • Petrolio

    71,96
    -0,65 (-0,90%)
     
  • BTC-EUR

    40.554,02
    -1.032,60 (-2,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.193,48
    -32,05 (-2,62%)
     
  • Oro

    1.753,90
    -2,80 (-0,16%)
     
  • EUR/USD

    1,1732
    -0,0040 (-0,34%)
     
  • S&P 500

    4.432,99
    -40,76 (-0,91%)
     
  • HANG SENG

    24.920,76
    +252,91 (+1,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.130,84
    -39,03 (-0,94%)
     
  • EUR/GBP

    0,8535
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • EUR/CHF

    1,0927
    +0,0013 (+0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4966
    +0,0044 (+0,29%)
     

Previsioni Prezzo Oro: Nuovo Calo Sotto i 1800$, Attenzione al Prossimo Supporto Intermedio

·2 minuto per la lettura

Il prezzo dell’oro ha toccato i minimi relativi  dal 22 Agosto 2021, sotto i 1800 dollari l’oncia, dopo il rialzo del dollaro  statunitense  che si sta riflettendo anche sul cambio EUR/USD, tra le altre cose.

Le possibilità di ripresa sono tutt’altro che remote, ma il metallo prezioso dovrà evitare di infrangere i successivi livelli di supporto tecnico. In caso  contrario, un calo verso i 1750 dollari sarebbe difficilmente evitabile.

Stamattina, alle ore 8:30, il prezzo dell’oro si trova esattamente a 1792 dollari l’oncia.

Previsioni settimanali sul prezzo dell’oro

Come già accennato, per prima cosa occorre evidenziare che il prezzo dell’oro potrebbe continuare a scendere lentamente fino al successivo supporto che si trova attualmente a 1780 dollari l’oncia.

Dall’eventuale superamento di questo valore dipenderà il movimento dell’oro nella giornata di oggi e probabilmente anche per il resto della settimana.

Infatti, la rottura di questo supporto aprirebbe la strada a un gap tecnico che potrebbe rapidamente portare il prezzo dell’oro verso i 1750 dollari l’oncia.

In questo scenario ribassista, l’oro potrebbe poi avviare un consolidamento tra i 1750 e i 1800 dollari oppure, nella peggiore delle ipotesi per i traders bullish, portarsi ancora in calo verso il target di 1700 dollari.

Se invece il prezzo dell’oro dovesse riuscire a evitare il supporto di 1780 dollari oramai imminente, allora il ritorno al livello di 1800 dollari potrebbe risultare alquanto agevole. Ulteriori tentativi rialzisti dovranno fare i conti con la tendenza dell’oro di consolidarsi tra i 1800 e i 1850 dollari in queste ultime settimane, in assenza di market movers di rilievo.

Il calendario economico della settimana

Oggi attenzione ai dati sull’occupazione nel Regno Unito, a cui farà seguito nel pomeriggio italiano l’aggiornamento sul tasso d’inflazione negli Stati Uniti.

Domani si conoscerà invece il tasso di disoccupazione in Cina, oltre alle vendite al dettaglio annuali e alla produzione industriale, mentre dal Regno Unito giungerà il tasso d’inflazione aggiornato.

Dall’Europa, oltre all’inflazione in Italia e Francia, si conocerà la produzione industriale a livello dell’Eurozona. Lo stesso aggiornamento giungerà anche dagli Stati Uniti, insieme alle scorte di petrolio greggio secondo l’EIA statunitense.

Giovedì è il turno della bilancia commerciale giapponeseitaliana e a livello dell’Eurozona e dei sussidi di disoccupazione negli USA.

Dagli USA giungeranno anche i dati sulle vendite al dettaglio.

Infine, venerdì la settimana volge al termine con le vendite al dettaglio nel Regno Unito e il tasso d’inflazione nell’Eurozona.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli