Italia markets close in 3 hours 41 minutes
  • FTSE MIB

    25.264,50
    +177,95 (+0,71%)
     
  • Dow Jones

    35.058,52
    -85,79 (-0,24%)
     
  • Nasdaq

    14.660,58
    -180,14 (-1,21%)
     
  • Nikkei 225

    27.581,66
    -388,56 (-1,39%)
     
  • Petrolio

    71,93
    +0,28 (+0,39%)
     
  • BTC-EUR

    34.520,80
    +2.248,30 (+6,97%)
     
  • CMC Crypto 200

    953,31
    +77,08 (+8,80%)
     
  • Oro

    1.796,70
    -3,10 (-0,17%)
     
  • EUR/USD

    1,1809
    -0,0017 (-0,14%)
     
  • S&P 500

    4.401,46
    -20,84 (-0,47%)
     
  • HANG SENG

    25.473,88
    +387,45 (+1,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.093,15
    +28,32 (+0,70%)
     
  • EUR/GBP

    0,8511
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • EUR/CHF

    1,0801
    -0,0004 (-0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,4834
    -0,0057 (-0,38%)
     

Previsioni Prezzo Petrolio e Gas Naturale: Greggio Perde Terreno, Gas Ancora verso 3,8$

·3 minuto per la lettura

Il prezzo del petrolio greggio ha vissuto una prima sessione settimanale non particolarmente felice, con un calo che ha spinto il Wti intorno ai 74 dollari e il Brent a 75 dollari al barile. Entrambi i valori restano comunque all’interno di un solido canale rialzista che potrebbe essere messo in crisi solo da un’inversione di tendenza verso i 70 dollari.

Si è mostrato invece rialzista il gas naturale, sopra il livello di 3,7 dollari, con un aumento che nella serata di ieri aveva superato il +1,15%.

Previsioni settimanali sul prezzo del petrolio greggio e del gas naturale

Per il petrolio greggio Wti, il rallentamento della sessione di scambi di ieri non pare particolarmente pericoloso per lo scenario bullish, dal momento che il supporto principale a 72,5 dollari appare ancora ben solido.

Un calo sotto questo valore nel corso della settimana potrebbe però inaugurare un ritracciamento in grado di spingere il texano intorno al livello di 70 dollari, in fase di netta inversione.

Al rialzo, un rimbalzo dopo il calo di ieri potrebbe verificarsi qualora il prezzo riuscisse a tornare intorno ai 75 dollari al barile, per riprendere quota e tentare di raggiungere nuovamente l’obiettivo target di 77 dollari.

Previsioni simili per il Brent, che in questo caso si manterrà probabilmente rialzista finché il prezzo non scenderà sotto i 73 dollari. Allo stato attuale, per il greggio del Mare del Nord è possibile ipotizzare un consolidamento intorno ai 75 dollari o un lieve ritracciamento tra i 73 e i 74 dollari. Movimenti di prezzo più ampi al ribasso appaiono, al netto di market movers inattesi, poco verosimili nel corso della settimana.

Quanto al gas naturale, invece, il prezzo attuale di 3,7 dollari si trova molto vicino al primo target di 3,8 che potrebbe essere testato nel corso della settimana. Si tratta di una resistenza molto solida, il cui superamento accelererebbe la corsa verso l’obiettivo di breve termine dei 4 dollari. Tuttavia, dal livello di 3,8 dollari sarebbe anche possibile attendersi un’inversione di tendenza causata dagli elevati volumi di vendita, ragion per cui è possibile fissare come range per il gas naturale questa settimana la banda tra i 3,5 e i 3,8 dollari.

Il Calendario Economico della Settimana

La settimana continua oggi con il rapporto della Bank of England sulla stabilità finanziaria e poi diversi dati IPC in Germania, Francia e USA. Nella serata italiana, si conoscerà anche il saldo aggiornato della bilancia commerciale cinese.

Domani gli indici IPC saranno invece svelati per l’economia del Regno Unito, mentre dall’Eurozona giungerà l’update sulla produzione industriale di Maggio.

Come sempre, poi, si conosceranno anche gli aggiornamenti sulle scorte di petrolio statunitensi, oltre che sulla produzione di benzina.

Giovedì è il turno del PIL cinese trimestrale, delle sue vendite al dettaglio, della produzione industriale e del tasso di disoccupazione.

In mattinata giungeranno i dati sull’occupazione e sui salari nel Regno Unito, mentre nel pomeriggio italiano si conoscerà l’aggiornamento settimanale sulle richieste di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti.

Infine, venerdì la settimana volge al termine con le dichiarazioni sulla politica monetaria della Bank of Japan, a cui farà seguito l’indice dei prezzi al consumo nell’Eurozona e poi ancora le vendite al dettaglio statunitensi.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli