Italia markets close in 39 minutes
  • FTSE MIB

    22.579,07
    -406,63 (-1,77%)
     
  • Dow Jones

    33.776,14
    -222,90 (-0,66%)
     
  • Nasdaq

    12.734,47
    -230,87 (-1,78%)
     
  • Nikkei 225

    28.930,33
    -11,81 (-0,04%)
     
  • Petrolio

    91,10
    +0,60 (+0,66%)
     
  • BTC-EUR

    21.319,76
    -2.185,46 (-9,30%)
     
  • CMC Crypto 200

    508,62
    -32,98 (-6,09%)
     
  • Oro

    1.760,80
    -10,40 (-0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,0052
    -0,0040 (-0,39%)
     
  • S&P 500

    4.237,25
    -46,49 (-1,09%)
     
  • HANG SENG

    19.773,03
    +9,12 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.738,63
    -38,75 (-1,03%)
     
  • EUR/GBP

    0,8510
    +0,0057 (+0,67%)
     
  • EUR/CHF

    0,9633
    -0,0016 (-0,17%)
     
  • EUR/CAD

    1,3060
    -0,0000 (-0,00%)
     

Previsioni Prezzo Petrolio e Gas Naturale: Gas Sale Ancora Con la Riduzione dell’Offerta

Il prezzo del petrolio greggio WTI ha subito un nuovo calo nelle ultime ore e torna a guardare verso il supporto principale di 100 dollari, già testato recentemente. Il gas naturale, invece, sta riuscendo a riportarsi ancora in rialzo, avendo sfiorato la resistenza intermedia di 6,5 dollari.

Osservando il grafico delle ultime ore, sembrerebbe che il prezzo del petrolio greggio WTI possa essere destinato a sfondare nuovamente il supporto di 100 dollari, mentre il gas naturale potrebbe impennare ancora a causa della scarsa offerta globale. Non si possono escludere, però, altre sorprese.

Intanto, oggi al momento della scrittura il petrolio greggio WTI viene scambiato a 102 dollari al barile, mentre il gas naturale segna 6,45 dollari.

Previsioni sul prezzo del petrolio greggio WTI

Per il petrolio greggio WTI, il supporto di 100 dollari al barile rappresenta dunque il primo target ribassista di breve termine, da cui potrebbe partire un più ampio crollo verso i target di inversione di tendenza in area 90/85 dollari al barile.

In caso di break-out ribassista, infatti, il raggiungimento di quest’area di prezzo riporterebbe definitivamente il petrolio greggio WTI ai valori precedenti allo scoppio del conflitto in Ucraina, aprendo la strada a un possibile canale bearish.

Lo scenario ribassista fin qui identificato verrebbe guastato da un rialzo sufficiente a riportare il petrolio greggio sopra il prezzo di 110 dollari al barile. Da quest’area di consolidamento, non è da escludere nemmeno un’estensione del trend di recupero fino ai 120 dollari.

Previsioni sul prezzo del gas naturale

Il livello tecnico di 6,5 dollari permetterebbe al gas naturale di consolidare la sua posizione questa settimana, con la possibilità di evitare le ondate di volatilità che stanno colpendo le materie prime.

Se però il trend dovesse proseguire al rialzo, sostenuto dalla scarsità di offerta nel mercato anche a causa dei “lavori di manutenzione” di Nord Stream 1, allora il livello attuale di 6,5 dollari potrebbe rappresentare il punto di supporto intermedio di un canale rialzista ben più ampio. Il trend potrebbe infatti indirizzarsi senza troppe difficoltà anche verso i target intermedi di 7 e 7,5 dollari.

Al ribasso, invece, lo scenario attuale tornerebbe a capovolgersi in caso di cali sotto i 6 dollari, che potrebbero riportare il gas naturale intorno ai recenti minimi mensili.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli