Italia Markets closed

Previsioni settimanali fondamentali sul prezzo del petrolio – OPEC + Preoccupazioni limitano i guadagni?

James Hyerczyk

I futures sul petrolio greggio intermedi e di riferimento internazionale del Texas occidentale negli Stati Uniti hanno chiuso la settimana scorsa ad un massimo di più mesi, sostenuti dalle speranze che la lotta commerciale tra Cina e Stati Uniti si sarebbe presto conclusa e dai rapporti del settore privato e del governo che mostrano scorte di greggio statunitensi più basse. L’aumento dell’appetito per le attività rischiose ha anche portato a una domanda speculativa maggiore del previsto per il greggio.

La scorsa settimana, il greggio WTI di febbraio si è attestato a $ 61,72, in rialzo di $ 1,28 o +2,12% e il greggio di marzo Brent ha chiuso a $ 66,87, in rialzo di $ 1,67 o +2,50%.

Sviluppi commerciali USA-Cina

Il sostegno al petrolio greggio è iniziato all’inizio della scorsa settimana, poiché gli operatori hanno reagito ai commenti del presidente Trump nel corso del fine settimana. Trump ha affermato che gli Stati Uniti e la Cina firmeranno “molto presto” il loro patto commerciale iniziale.

Oltre all’ottimismo, la scorsa domenica la Cina ha dichiarato che taglierà le tariffe sui prodotti tra cui carne di maiale congelata, avocado e alcuni tipi di semiconduttori l’anno prossimo.

Trump ha dato seguito martedì dicendo che lui e il presidente cinese Xi Jinping avranno una cerimonia di firma per firmare la prima fase dell’accordo commerciale USA-Cina concordato questo mese.

“Avremo una cerimonia di firma, sì”, ha detto Trump ai giornalisti. “Alla fine, sì, quando ci riuniremo. E avremo una firma più veloce perché vogliamo farlo. L’accordo è concluso, in questo momento è stato tradotto.”

La Cina è stata molto silenziosa riguardo all’accordo commerciale, ma mercoledì i funzionari hanno detto che era in stretto contatto con gli Stati Uniti durante una cerimonia di firma dell’accordo commerciale.

Rapporto settimanale sulle scorte dell’American Petroleum Institute

Le scorte di greggio statunitensi sono calate più del previsto nella settimana più recente mentre sono aumentati gli inventari di benzina e distillati, come hanno mostrato martedì i dati del gruppo industriale American Petroleum Institute (API).

Le scorte di greggio sono diminuite di 7,9 milioni di barili nella settimana dal 20 dicembre a 444,1 milioni di barili, rispetto alle aspettative degli analisti per un pareggio di 1,83 milioni di barili. Le scorte di greggio a Cushing, Oklahoma, hub di consegna sono diminuite di 2,2 milioni di barili, ha detto API. I dati sulle API hanno mostrato che le serie di raffineria sono diminuite di 514.000 barili al giorno.

Le scorte di benzina sono aumentate di 566.000 barili, rispetto alle aspettative degli analisti in un sondaggio Reuters per un guadagno di 2 milioni di barili. Le scorte di combustibile distillato, che includono gasolio e olio combustibile, sono aumentate di 1,68 milioni di barili, rispetto alle aspettative di un guadagno di 867.000 barili, hanno mostrato i dati.

La scorsa settimana le importazioni statunitensi sono diminuite di 331.000 barili al giorno a 6,4 milioni di barili al giorno.

Rapporto settimanale sulle scorte della U.S. Energy Information Administration

La VIA ha riferito che le forniture di greggio statunitensi sono diminuite di 5,467 milioni di barili per il 20 dicembre scorso. Gli analisti stavano cercando un calo da 1,7 a 3,0 milioni di barili. All’inizio della settimana, il rapporto dell’American Petroleum Institute (API) ha mostrato un calo molto maggiore.

I dati EIA hanno anche mostrato un aumento dell’offerta di 1,963 milioni di barili per le scorte di benzina e un prelievo di circa 152.000 barili per i distillati.

Altre Notizie

Un rapporto settimanale di Baker Hughes indicava che il numero di impianti di perforazione statunitensi attivi per trivellazioni petrolifere è sceso da 8 a 677 questa settimana, segnando il primo declino delle ultime tre settimane. Anche il numero totale di piattaforme degli Stati Uniti attivi è diminuito da 8 a 805.

Previsioni settimanali

Si prevede che l’ottimismo degli accordi commerciali continuerà a sostenere i prezzi, ma continuerà a tenere conto della volatilità in risposta ai rapporti sugli inventari settimanali dell’API e dell’EIA.

Prestare inoltre attenzione a eventuali commenti sulla conclusione dell’accordo commerciale OPEC + alla scadenza dell’accordo attuale a marzo.

Aiutare a mettere un freno ai prezzi è stato un rapporto che segnala che il gruppo noto come OPEC +, compresi i membri dell’Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio e alleati come la Russia, potrebbe prendere in considerazione la conclusione dell’accordo per tagliare la produzione globale il prossimo anno.

“Per quanto riguarda i tagli alla produzione, ripeto ancora una volta, questo non è un processo indefinito. Una decisione sull’uscita dovrebbe essere presa gradualmente al fine di mantenere la quota di mercato e in modo che le nostre aziende siano in grado di fornire e attuare i loro progetti futuri “, ha detto il ministro russo dell’Energia Alexander Novak, secondo quanto riferito da Reuters venerdì, citando l’emittente russa Rossiya 24 TV.

Il rapporto arriva pochi giorni dopo che Novak ha dichiarato che l’OPEC + potrebbe prendere in considerazione la possibilità di allentare le restrizioni sulla produzione in una riunione di marzo.

I commercianti sono ottimisti rispetto all’accordo commerciale perché potrebbe portare a un aumento della crescita della domanda. Tuttavia, stanno osservando i commenti dell’OPEC + perché la sua chiusura a marzo avrà un impatto sull’offerta.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: