Italia Markets closed

Previsioni settimanali fondamentali sul prezzo del gas naturale – Rally “Gap and Go” possibile se arriva il freddo negli Stati Uniti

James Hyerczyk

I futures sul gas naturale hanno chiuso in rialzo la scorsa settimana quando nuove previsioni che prevedevano temperature più invernali a fine gennaio sono state sufficienti per incoraggiare alcuni dei venditori allo scoperto più deboli a prenotare i profitti. Anche la gamma di negoziazioni interne, che in genere suggerisce l’indecisione degli investitori e l’imminente volatilità, ha contribuito alla copertura corta. L’incapacità di eliminare il minimo della settimana precedente è un’indicazione precoce che gli operatori erano riluttanti ad aggiungere alle loro posizioni corte consolidate ai livelli di prezzo attuali.

La scorsa settimana, i futures sul gas naturale di marzo si sono assestati a $ 2,168, in rialzo di $ 0,056 o +2,65%.

Gas naturale settimanale di marzo

Apertura del vuoto possibile

Natural Gas Intelligence (NGI), citando NatGasWeather, ha dichiarato, con disaccordo tra i dati americani ed europei di venerdì, l’orientamento ha presentato significativi rischi di prezzo a seconda delle tendenze del fine settimana. Traduzione: Qualsiasi cambiamento importante nelle previsioni di questa settimana produrrà probabilmente un gap lunedì.

“Fondamentalmente, l’ultimo modello europeo mostra ancora aria più fredda negli Stati Uniti settentrionali dal 17 al 24 gennaio per una domanda più forte, ma non altrettanto fredda / impressionante”, come ha affermato NatGasWeather.

“La questione è che il GFS ha previsto numerosi e freddi focolai freddi a dicembre che non sono mai stati realizzati. Ciò rende rischioso andare nel fine settimana, perché cosa succederebbe se il GFS fosse corretto questa volta e le tendenze del modello europeo fossero più fredde per adattarlo meglio? ”

Rapporto sull’archiviazione settimanale della U.S. Energy Information Administration

L’EIA ha riferito giovedì che le forniture interne di gas naturale sono diminuite di 44 miliardi di piedi cubi (Bcf) per il fine settimana del 3 gennaio. Gli analisti prevedevano un calo di 51 Bcf.

Le scorte totali ora ammontano a 3,148 trilioni di piedi cubi (Tcf), in aumento di 521 Bcf rispetto a un anno fa e 74 Bcf al di sopra della media quinquennale, ha affermato il governo.

Previsioni settimanali

L’apertura di lunedì dovrebbe essere seguita da vicino perché potrebbe dare il tono alla settimana.

Prima del fine settimana, ha detto NatGasWeather, l’attuale modello meteorologico ha mostrato una quantità “impressionante” di aria gelida sul Canada, ma i modelli devono convincere il mercato che spingerà abbastanza a sud.

“Questo è il rischio del fine settimana, perché un po ‘più a sud con la piscina fredda e il modello sarà sempre più rialzista. Uno spostamento di alcune centinaia di miglia a nord “e lo schema” tornerà rapidamente ribassista “.

Se il freddo si è spostato a sud, cerca un’apertura più alta. La dimensione del raduno sarà determinata da quanto lontano viaggerà il freddo e se colpirà le aree ad alta richiesta.

Inoltre, c’è sempre la possibilità di un’enorme compressione in quanto i trader sono caricati sul lato corto.

Se il freddo rimane in Canada, è probabile che i prezzi crollino, tuttavia, tutto dipende dalla volontà del trader di continuare a corto a livelli di prezzo così bassi.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: