Italia markets closed
  • Dow Jones

    26.519,95
    -943,24 (-3,43%)
     
  • Nasdaq

    11.004,87
    -426,48 (-3,73%)
     
  • Nikkei 225

    23.418,51
    -67,29 (-0,29%)
     
  • EUR/USD

    1,1755
    -0,0035 (-0,29%)
     
  • BTC-EUR

    11.257,65
    +53,29 (+0,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    261,28
    -11,41 (-4,19%)
     
  • HANG SENG

    24.708,80
    -78,39 (-0,32%)
     
  • S&P 500

    3.271,03
    -119,65 (-3,53%)
     

Previsioni su Oro, Petrolio e Gas Naturale: il Crollo del Gas Sotto i 2 Dollari

Alberto Ferrante
·3 minuti per la lettura

Avvicinandosi al termine di questa settimana, il greggio Wti e il Brent hanno definitivamente superato la soglia dei 40 dollari al barile, lasciando intendere di essere in procinto di stabilizzarsi nuovamente intorno ai valori di alcune settimane fa.

Sebbene il mercato si mantenga volatile, c’è da ritenere che adesso sia Wti che Brent possano continuare a crescere, con il greggio del Mare del Nord che potrebbe tentare un altro rialzo verso i 45 dollari, una soglia raramente raggiunta in questi mesi.

In un contesto ancora molto incerto, resta fondamentale monitorare l’andamento del dollaro statunitense, che si è nuovamente indebolito nelle ultime ore. Attualmente, il cambio euro/dollaro si trova a quota 1,19.

La principale minaccia per il prezzo del petrolio è rappresentata ancora una volta dall’andamento della domanda, che secondo un nuovo report dell’OPEC+ potrebbe continuare a indebolirsi con l’incremento dei contagi in India e negli Stati Uniti, rallentando la ripresa sperata dai Paesi produttori.

 Il crollo del gas naturale sotto i 2 dollari

Nella giornata di ieri l’evento certamente più interessante è stato rappresentato da un grave crollo del gas naturale, che si è spinto sotto la soglia dei 2 dollari, che aveva rappresentato per lungo tempo una buona fascia di supporto.

Con un crollo che nella tarda serata di ieri si assestava intorno al -12% circa, il gas naturale ha superato anche la media mobile esponenziale a 200 giorni e ha innescato certamente una nuova ondata di volatilità che mostrerà i suoi effetti nel corso della settimana prossima.

La nuova banda di prezzo, unita alla volatilità generata dall’uragano Sally, rende attualmente difficile fare una previsione sull’andamento futuro. Tuttavia, se il gas naturale riuscirà a tornare sopra i 2 dollari nella giornata di oggi, è probabile che nel breve termine il prezzo possa tornare ad adagiarsi nella banda precedente compresa tra i 2,2 e i 2,4 dollari.

Previsioni sull’andamento dell’oro

Dopo alcune sedute particolarmente interessanti per l’oro, nella giornata di ieri il metallo prezioso non è riuscito a crescere, fermandosi nuovamente sotto la soglia dei 1950 dollari l’oncia.

Allo stato attuale, si attende ancora un rialzo fino ai 2000 dollari, che continua a rappresentare una soglia di resistenza prevalentemente psicologica.

Con alcuni nuovi segnali di debolezza per il dollaro statunitense, non è però da escludere che già nella giornata di domani l’oro possa effettivamente tentare un rialzo più concreto rispetto a quelli degli scorsi giorni.

Attualmente, la soglia di supporto resta ancora quella dei 1900 dollari, che difficilmente verrà infranta in assenza di particolari eventi macroeconomici di rilievo.

Il Calendario Economico dell’Eurozona

Nella giornata di ieri i principali listini europei hanno sofferto una seduta molto volatile, terminata con cali più o meno marcati.

Il FTSE MIB di Milano è stato l’indice peggiore, che si è mantenuto molto debole per tutta la sessione chiudendo in calo del -1,12%.

Il CAC40 di Parigi ha ceduto invece il -0,69%, restando comunque poco sopra i 5000 punti, mentre il DAX30 di Francoforte ha chiuso la sessione in calo del -0,36%.

Male anche l’Ibex-35 spagnolo, in calo del -0,35% a 7086 punti.

La settimana che si conclude oggi presenta ancora alcuni market movers a livello globale, dopo i numerosi dati macroeconomici che hanno particolarmente influito sui prezzi delle risorse.

Oggi gli eventi di maggior rilievo saranno le vendite al dettaglio mensili del Regno Unito, le partite correnti europee e le vendite industriali italiane.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: