Italia markets open in 8 hours 6 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    +396,48 (+3,01%)
     
  • Nikkei 225

    29.663,50
    +697,49 (+2,41%)
     
  • EUR/USD

    1,2051
    -0,0036 (-0,30%)
     
  • BTC-EUR

    41.322,08
    +3.501,98 (+9,26%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,63
    +54,40 (+5,86%)
     
  • HANG SENG

    29.452,57
    +472,36 (+1,63%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Previsioni su Oro, Petrolio e Gas Naturale: Il Gas si Ritira dopo aver Superato i 3 Dollari

Alberto Ferrante
·4 minuto per la lettura

Nella giornata di ieri il greggio ha continuato la sua corsa per gran parte della seduta, portandosi verso nuovi massimi relativi che lasciano ancora intendere una tendenza fortemente rialzista.

Con  i dati sulle scorte di petrolio statunitensi, la giornata di oggi si rivela fondamentale per valutare l’andamento nel breve termine del greggio Wti.

In netto rialzo anche il gas naturale, che dopo aver superato i 2,9 dollari è tornato però a contrarsi.

La risorsa certamente meno interessante delle tre, in questo periodo, continua ad essere l’oro, che dopo un lievissimo rialzo è tornato ancora in calo nella seduta di ieri, sempre intorno ai 1850 dollari l’oncia.

Previsioni sul prezzo dell’Oro

Il prezzo dell’oro continua a mantenersi stabile tra i 1830 e i 1870 dollari, senza particolari spunti rialzisti o ribassisti, nonostante la sensibile contrazione della giornata di ieri.

Anche tale contrazione, che ha spinto l’oro intorno ai 1835 dollari, è da ricercare essenzialmente nell’andamento rialzista del dollaro USA.

Un calo sotto i 1819 dollari indicherà verosimilmente una prosecuzione della tendenza ribassista anche fino ai 1802 dollari, la soglia di supporto più imminente.

Al contrario, il prezzo potrebbe tornare a crescere qualora l’oro riuscisse a infrangere la resistenza a 1853 dollari, ma allo stato attuale non si prevede un rialzo netto superiore ai 1900 dollari.

Previsioni sul Prezzo del Petrolio Greggio e del Gas Naturale

A differenza dell’oro, per il petrolio greggio  e per il gas naturale le ultime sedute sono state molto ricche di novità, palesando una forte tendenza rialzista che potrebbe proseguire anche nella giornata odierna.

Il petrolio greggio Wti si trovava ieri sera a quota 54,7 dollari al barile e si avvia verso la resistenza a 55 dollari, già infranta nelle scorse settimane.

I 55 dollari al barile rappresentano una soglia chiave anche perché, secondo le stime di alcuni analisti come TD Securities, sarà proprio questo il valore medio del petrolio texano una volta che l’economia inizierà a normalizzarsi.

Il Brent ha invece continuato il suo rally fino ai 57,5 dollari e nella seduta di quest’oggi potrebbe consolidarsi o spingersi al rialzo mirando all’obiettivo chiave di 60 dollari.

La soglia di supporto è invece stabile a 55 dollari e appare abbastanza solida per contenere eventuali rimbalzi. Tuttavia, si ricorda sempre che il Brent è il petrolio di riferimento europeo e dunque risulta particolarmente sensibile alle attuali incertezze legate alla ripresa della domanda e dei consumi.

Infine, il gas naturale ha corso fino ai 3 dollari, ma poi si è contratto nella serata di ieri dopo alcune ore caratterizzate da forti volumi di vendita che hanno lasciato il prezzo sotto i 2,85 dollari.

Ad aver trainato il prezzo sono state essenzialmente le previsioni meteo negli USA, che continuano comunque ad annunciare temperature più fredde del normale, lasciando spazio ad eventuali altri rialzi trainati dalle prospettive di un incremento della domanda nel breve termine.

La fascia di supporto più prossima è quella a 2,71 dollari, mentre la resistenza è a 3 dollari.

Il Calendario Economico della settimana

Nella seduta di ieri il FTSE Mib di Piazza Affari ha chiuso la sua corsa nuovamente in discreto rialzo, del +1,11%, similmente a quanto fatto alla vigilia. Buono anche l’andamento del CAC40 (+1,86%) e del DAX30 (+1,56%), mentre l’Ibex-35 di Madrid ha chiuso questa volta con l’incremento percentuale più elevato, del +1,96%.

La prima settimana del mese di Febbraio continua quest’oggi con alcune dichiarazioni sulla politica monetaria della BCE, l’indice composito dei servizi e l’IPC nell’Eurozona.

Nel pomeriggio italiano, si conosceranno invece gli aggiornamenti settimanali sulle scorte di petrolio greggio negli Stati Uniti, insieme alla produzione di carburante distillato e di benzina.

Giornata più movimentata domani, con l’indice PMI sul settore edile in Germania, il rapporto mensile della BCE, le vendite al dettaglio del mese di Dicembre in Unione Europea e l’aggiornamento sulle richieste iniziali di sussidi di disoccupazione negli USA.

Domani sarà anche la giornata della Bank of England, con gli aggiornamenti sul tasso di interesse e sul Quantitative Easing totale per il mese di Febbraio 2021, a cui seguirà venerdì il discorso del Governatore Bailey della Bank of England.

Sempre nella giornata di Venerdì 5 Febbraio 2021, dagli USA giungerà il tasso di disoccupazione al mese di Gennaio 2021 e il saldo della bilancia commerciale.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: