Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    15.140,37
    +288,79 (+1,94%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

Previsioni su Oro, Petrolio e Gas Naturale: Primo Risveglio dopo il Trionfo di Biden alle Elezioni USA

Alberto Ferrante
·3 minuto per la lettura

Riprendono a muoversi i mercati dopo le elezioni del Presidente Biden, con gli analisti curiosi di osservare il nuovo trend per oro, petrolio e gas naturale. Di seguito si riportano le principali stime per i tre assets e i principali eventi del calendario economico della settimana.

Stime generali per i prezzi dell’oro, del petrolio e del gas naturale

L’oro ha vissuto nella scorsa settimana una seduta molto movimentata, che ha portato infine il prezzo ad adagiarsi intorno ai 1950 dollari, recuperando dunque gran parte delle perdite delle scorse settimane.

L’andamento resta legato a quello del dollaro statunitense e in più, questa settimana, saranno numerosi gli appuntamenti di politica monetaria a livello globale che potrebbero influire particolarmente sulle quotazioni.

Ad ogni modo, al netto di eventuali shock esterni, il prezzo potrebbe agevolmente tornare a salire per raggiungere e infrangere le nuove resistenze a 1980 e 2000 dollari l’oncia. Quest’ultima, soprattutto in un periodo tanto incerto a causa dell’impennata dei contagi da Coronavirus, rappresenta soprattutto una barriera psicologica di rilievo.

Quanto al gas naturale, il prezzo è rimasto ancora sotto i 3 dollari, nonostante l’arrivo delle settimane più fredde. Non è comunque prevedibile una contrazione ancor più netta, sotto i 2,8 dollari.

Per il petrolio occorrerà invece attendere la reazione dei mercati alla nuova presidenza statunitense. Infatti, con il Wti a 37,15 dollari e il Brent a 39,45 dollari, la vittoria di Biden potrebbe tradursi (come previsto già da tempo) in una netta contrazione del prezzo, dal momento che le promesse del 46esimo Presidente ruotano anche intorno alla ripresa dei rapporti con l’Iran.

Il Calendario Economico della Settimana

La nuova settimana dei mercati, dopo l’elezione di Biden alla Presidenza degli Stati Uniti d’America, inizia quest’oggi con l’indice PMI composito cinese, e il saldo della bilancia commerciale tedesca al mese di Settembre 2020.

In mattinata, l’attenzione sarà rivolta al Discorso della Presidente della BCE, Christine Lagarde, che comunicherà probabilmente le misure a livello comunitario per contrastare i seri impatti economici della seconda ondata di contagi.

Sempre dall’UE, giungerà anche l’indice sulla fiducia degli investitori a Novembre, previsto in forte contrazione a causa dei lockdown nazionali.

Domani è invece il turno del conto corrente destagionalizzato del Giappone, a cui faranno seguito il tasso di disoccupazione francese per il terzo trimestre dell’anno e diversi dati macroeconomici come la variazione nelle richieste dei sussidi di disoccupazione e il tasso di disoccupazione nel Regno Unito.

Nel corso della mattinata ci sarà spazio anche per l’indice ZEW sulle condizioni dell’economia tedesca a Novembre.

Mercoledì si attende il saldo della bilancia commerciale (non UE) da parte della Gran Bretagna, a cui faranno seguito i discorsi di Lagarde, De Guindos e Lane della BCE.

La settimana prosegue giovedì con diversi dati dal Regno Unito, come gli investimenti delle aziende, il PIL trimestrale e la produzione industriale e manifatturiera.

Nella prima mattinata arriveranno anche i rapporto mensili da parte dell’AIE, l’Agenzia Internazionale per l’Energia e la BCE, oltre al discorso della Bank of England da parte del Governatore Bailey.

Nella medesima giornata si terrà anche la Riunione dell’Eurogruppo, a cui seguirà la produzione industriale in Unione Europea e diversi dati statunitensi, come quelli sulle richieste dei sussidi di disoccupazione.

Come sempre, giungeranno anche i dati sulle scorte di petrolio greggio, la produzione di distillato e quella di benzina.

Venerdì infine sarà il turno del PIL trimestrale e della bilancia commerciale a livello dell’Unione Europea, a cui segue la variazione trimestrale del livello di occupazione.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: