Italia markets open in 8 hours 7 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    +396,48 (+3,01%)
     
  • Nikkei 225

    29.663,50
    +697,49 (+2,41%)
     
  • EUR/USD

    1,2051
    -0,0036 (-0,30%)
     
  • BTC-EUR

    41.315,08
    +3.484,40 (+9,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,63
    +54,40 (+5,86%)
     
  • HANG SENG

    29.452,57
    +472,36 (+1,63%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Previsioni su Oro, Petrolio e Gas Naturale: Greggio Nuovamente in Rialzo dopo Stocks USA

Alberto Ferrante
·3 minuto per la lettura

La giornata di ieri ha visto rimanere ancora in stasi il prezzo dell’oro, che non accenna per il momento a scostarsi dall’EMA di 1850 dollari l’oncia.

Fluttuazioni di entità molto ridotta hanno infatti portato il prezzo a muoversi tra i 1850 e i 1860 dollari l’oncia, similmente a quanto fatto dall’argento, che resta fermo a 25,5 dollari.

Quanto al petrolio, nella seduta di ieri il greggio Wti è rimasto stabile, mentre il Brent si è nuovamente avvicinato alla soglia di resistenza psicologica dei 56 dollari al barile. In rialzo anche il gas naturale.

Previsioni sul prezzo dell’Oro

Il prezzo dell’oro è rimasto stabile anche nella giornata di ieri, in attesa delle decisioni del FOMC di quest’oggi.

Il prezzo non riesce evidentemente a spostarsi dalla fascia attuale, trovandosi poco sotto l’EMA a 50 giorni, a 1870 dollari l’oncia.

Se l’oro riuscisse a superare questo valore, si potrebbe aprire la strada a una ripresa fino ai 1900 dollari. In caso contrario, un calo sotto la soglia di supporto di 1822 dollari potrebbe spingere il prezzo al ribasso anche fino ai 1750 dollari.

Tuttavia, al netto di eventi inattesi, le dichiarazioni di oggi  non dovrebbero stupire particolarmente i mercati e quindi è possibile che l’oro non venga particolarmente impattato dalle decisioni del FOMC.

Previsioni su Petrolio e Gas Naturale

Il trend di prezzo per il petrolio si mostra ancora rialzista, con il WTI che pare voler portarsi in rialzo e con il Brent che ha già nuovamente superato i 56 dollari al barile.

Nella giornata di oggi si conosceranno come sempre i dati sulle scorte statunitensi di greggio, ma intanto il Wti ha superato la prima soglia di resistenza a 52,69 dollari innescando il suo rialzo. Alle ore 08:00 di oggi, il prezzo è di 52,99 dollari.

A spingere il prezzo, al momento, sono i dati più favorevoli sui contagi in Cina e soprattutto l’aggiornamento delle scorte di greggio statunitensi, che si sono mostrate nuovamente in calo.

Infine, per quanto concerne il gas naturale, l’andamento attuale si presenta solido e adesso il mercato potrebbe tentare di spingersi verso i 2,80 dollari, un’area di prezzo che ha però spesso fatto da sponda, aprendo poi la strada a forti volumi di vendite per costringere il gas a restare intorno all’EMA a 50 giorni.

Il Calendario Economico della Settimana

Nonostante l’incerto contesto politico italiana, il FTSE MIB di Piazza Affari ha chiuso ieri in rialzo del +1,16%, recuperando parte delle perdite della vigilia.

In discreto rialzo anche il CAC40 parigino (+0,93%) e l’Ibex-35 di Madrid (+0,85%), mentre il DAX 30 di Francoforte ha chiuso in rialzo del +1,66%.

Oggi la settimana continua con il report GfK sulle aspettative dei consumatori tedeschi, a cui seguirà anche l’indice della fiducia dei consumatori in Francia.

Dalla Spagna giungerà invece il tasso di disoccupazione, mentre l’Italia fornirà l’aggiornamento al mese scorso per il saldo della bilancia commerciale non UE.

Si conosceranno poi, come ogni settimana, gli aggiornamenti settimanali sulle scorte statunitensi di petrolio greggio, sulla produzione di benzina e di carburante distillato.

Nel corso della serata, si terrà anche una conferenza stampa del FOMC, il Comitato federale del mercato aperto.

Domani 28 Gennaio 2021, invece, la giornata si aprirà con il livello di fiducia delle aziende e dei consumatori italiani e in generale a livello dell’Eurozona. Sempre dall’Unione Europea giungeranno anche i dati sul Sentiment del settore industriale e dei servizi.

Dagli Stati Uniti si attenderanno i dati sul PIL trimestrale per il quarto trimestre, oltre alle richieste di sussidi di disoccupazione per la scorsa settimana.

Infine, Venerdì si conosceranno diversi dati giapponesi, come il tasso di disoccupazione a Dicembre, la produzione industriale e l’indice generale dei prezzi. Si conosceranno poi le spese dei consumatori francesi, il PIL francese, quello spagnolo e tedesco.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: