Italia Markets open in 7 hrs 14 mins

Previsioni su Oro, Petrolio e Gas Naturale: Oro in Calo dopo i dati sui Sussidi di Disoccupazione USA

Alberto Ferrante
·3 minuto per la lettura

Nella giornata di ieri il prezzo dell’oro è tornato a contrarsi riavvicinandosi a quota 1900 dollari l’oncia, a causa del lieve apprezzamento del dollaro statunitense.

Il petrolio greggio è rimasto invece molto solido, mentre il gas naturale ha iniziato un percorso di correzione che potrebbe spingere il prezzo nuovamente sotto quota 2,6 dollari.

Previsioni sul prezzo dell’Oro

Il prezzo dell’oro si è mosso in calo nella giornata di ieri e alle ore 08:00 di oggi si trova intorno ai 1905 dollari l’oncia.

Il supporto principale si trova a quota 1902 dollari, mentre la resistenza è ancora quella fissata a 1959 dollari l’oncia, adesso certamente più lontana, ma non impossibile da approcciare nuovamente con un rimbalzo nel breve termine.

L’andamento più debole dell’oro, a cui ha fatto da contraltare l’apprezzamento del dollaro, è probabilmente da ricercare nei dati sui cittadini statunitensi disoccupati, che questa settimana si sono rivelati inferiori rispetto alle previsioni iniziali.

Previsioni sul Prezzo del Petrolio

Ancora una giornata positiva per il petrolio greggio, con il Wti che ieri sera ha testato l’area a 51 dollari al barile e il Brent stabile intorno ai 54,5 dollari.

Stamattina il Wti ha definitivamente superato i 51 dollari, testimoniando come gli investitori siano ancora incoraggiati dalle decisioni annunciate dall’Arabia Saudita sui tagli alla sua enorme produzione, per circa 1 milione di barili al giorno a Febbraio e Marzo.

Inoltre, i dati settimanali dell’EIA hanno mostrato scorte in calo di circa 8 milioni di barili.

Le previsioni indicano un proseguimento del trend positivo, probabilmente anche fino ai 53,6 dollari per il Wti, ai massimi dal mese di Febbraio 2020.

In caso di correzione del prezzo e rallentamento del rally, occorre invece monitorare le fasce di supporto precedenti, soprattutto quella a quota 48,72 dollari al barile.

Previsioni sul prezzo del Gas Naturale

Diversamente da quanto accaduto con il petrolio greggio, il gas naturale non è riuscito a incastrare rialzi consecutivi del prezzo e sta vivendo in queste ore una non trascurabile contrazione, a 2,6 dollari.

Questo valore indica l’EMA a 50 giorni e testimonia quindi la situazione di stallo del gas, che spesso riassorbe i suoi rialzi tra i 2,6 e i 2,7 dollari e resta caratterizzato da un’elevata volatilità legata anche alle previsioni meteo di più breve termine.

Il Calendario Economico della Settimana

Il  FTSE MIB di Piazza Affari, dopo una seduta non troppo vivace, ha chiuso ieri la sua corsa in pareggio.

In lieve rialzo, invece, il DAX30 di Francoforte (+0,55%), il CAC40 di Parigi (+0,70%) e l’Ibex-35 (+0,43%).

La settimana dei mercati volge al termine quest’oggi con la produzione industriale e il saldo della bilancia commerciale in Germania e in Francia a Novembre 2020 e con il tasso mensile di disoccupazione italiano, sempre a Novembre.

Dall’Unione Europea giungeranno invece i dati sul tasso di disoccupazione e le aspettative di inflazione da parte dei consumatori.

Diversi dati sull’occupazione (che influiranno sul cambio EUR/USD) giungeranno anche dagli Stati Uniti, come le buste paga del settore non agricolo, il salario orario medio a Dicembre 2020 e il puro tasso di disoccupazione mensile.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: