Italia Markets open in 7 hrs 10 mins

Previsioni su Oro, Petrolio e Gas Naturale: il Greggio Wti apre la settimana sotto i 35 dollari

Alberto Ferrante
·3 minuto per la lettura

Nella scorsa settimana, il prezzo dell’oro si è contratto fin sotto i 1850 dollari l’oncia, per poi risalire brevemente intorno ai 1878 dollari, senza comunque particolari impennate.

Quanto invece al prezzo dell’argento, attualmente questo si trova intorno ai 23,6 dollari, avendo recuperato parte del valore perso nel corso dell’inizio della settimana.

Il prezzo del petrolio è invece sceso fino a livelli molto preoccupanti e nel corso di questa settimana, senza stimoli esterni, l’andamento potrebbe persino peggiorare.

Il greggio texano Wti si  trova attualmente intorno ai 35,7 dollari, mentre il Brent è scambiato a 37,84 dollari. La perdita più elevata in valore assoluto, considerando gli ultimi dieci giorni, è stata ben più grave per il Brent, a causa del suo vasto impiego proprio nel continente europeo, particolarmente colpito dall’impennata dei contagi.

Attualmente, alle ore 8:20 di oggi, il prezzo del Wti è sceso ulteriormente sfondando i 35 dollari e scivolando fino ai 34,3 dollari. Occorre ora comprendere se l’andamento può peggiorare ancora per scatenare un altro crollo a catena come accaduto mesi fa.

Il gas naturale resta infine immobile intorno ai 3,33 dollari.

Il Calendario Economico della Settimana

La nuova settimana si apre quest’oggi con diversi indici di rilievo. Si inizia con l’Indice Manifatturiero cinese, a cui segue l’indice Sentix sulla fiducia dei consumatori in Unione Europea e gli indici manifatturieri nelle principali economie europee, come Italia, Francia e Germania.

Domani si attendono invece la riunione dell’Eurogruppo per discutere sulle misure atte a supportare le economie durante la seconda ondata di contagi da Coronavirus e il discorso di Mauderer della  Bundesbank.

Il 3 Novembre è inoltre il giorno delle elezioni presidenziali negli Stati Uniti, su cui sarà rivolta grande attenzione per monitorare anche l’andamento di diversi assets.

A tal proposito, dagli USA giungeranno anche i dati sugli ordinativi alle fabbriche e sulle scorte settimanali di petrolio.

Mercoledì sarà invece il turno delle dichiarazioni sulla politica monetaria della Bank of Japan, a cui faranno seguito le aste dei JGB giapponesi a 10 anni.

In Unione Europea, si attende invece il report sulle previsioni economiche, che coinvolgeranno probabilmente anche il primo trimestre del 2021, e l’indice composito dei servizi e dei prezzi alla produzione.

Dagli USA, massima attenzione al saldo della bilancia commerciale e, come ogni settimana, ai dati aggiornati sulle scorte di petrolio greggio e alla produzione di distillati e benzina.

Giovedì si continua con gli ordini alle fabbriche tedesche aggiornati a Settembre e probabilmente in contrazione, gli investimenti industriali francesi e le vendite al dettaglio dell’Unione Europea.

Occhi puntati anche sulla Bank of  England, e di conseguenza sull’andamento della sterlina, che dovrà decidere se modificare o lasciati invariati i tassi di interesse.

Anche dagli USA giungeranno le decisioni sui tassi di interesse dei fondi FED, insieme ala conferenza stampa del FOMC e agli ultimi aggiornamenti sulle richieste di sussidi di disoccupazione.

Infine, la settimana volgerà al termine venerdì con i dati giapponesi sui consumi delle famiglie e gli investimenti esteri in titoli azionari, insieme alla produzione industriale tedesca e  il tasso di disoccupazione statunitense.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: